Altri 11 pazienti dimessi perché guarito dal coronavirus grazie alla cura Ascierto. E’ quanto avvenuto nelle scorse ore all’ospedale Cotugno di Napoli, centro di riferimento regionale per l’emergenza covid-19, dove sono stati trattati con il Tocilizumab, il farmaco anti artrite reumatoide sperimentato con successo da Paolo Ascierto e dagli oncologi dell’ospedale Pascale.

“In questo momento c’è la sperimentazione dell’Aia che ci dirà con rigore scientifico se il farmaco ha una sua validità. I segnali sono molto incoraggianti, noi abbiamo sempre detto dall’inizio “cauto ottimismo”, ci crediamo”. Sono le parole rilasciate al Tg2 dal professore Paolo Ascierto, oncologo dell’Istituto Pascale di Napoli, a capo della task force che ha avviato le prime sperimentazioni col farmaco contro l’artrite reumatoide Tocilizumab, utilizzato per la prima volta a Napoli grazie alla collaborazione con l’Ospedale dei Colli, per combattere le infiammazioni polmonari più gravi provocate dall’infezione da Coronavirus.

LA SITUAZIONE – Al momento negli ospedali dell’azienda dei Colli (Cotugno, Monaldi e Cto) sono ricoverati 131 pazienti (tra reparto ordinario e subintensiva). Altri 10 sono ricoverati in attesa dell’esito del tampone mentre. Nove i posti letto al momento disponibile. In terapia intensiva, tra il Monaldi e il Cotugno sono ricoverate 22 persone su 24 posti letto disponibili.

IL BOLLETTINO – Sono 122 i nuovi contagiati in Campania (ieri 193). E’ quanto emerge nell’ultimo bollettino diramato poco dopo le 22.30 di questa sera, lunedì 30 marzo, dall’Unità di crisi della Regione Campania. In totale il numero dei positivi al coronavirus dal primo contagio, avvenuto poco più di un mese fa, supera le duemila unità: è di 2.067 persone (su 14.162 tamponi effettuati).

I decessi sono oltre 130 anche se al momento non vi è un dato preciso (il 29 marzo erano 125). Così come il numero dei guariti, aumentato di circa una decina di unità ma fermo (sempre a domenica) a 88 guariti di cui 18 totalmente guariti e 70 clinicamente guariti.

Nel corso della giornata nei nove laboratori campania (il Cotugno ne ha due) sono stati analizzati complessivamente 1.251 tamponi: tra questi 122 sono risultati positivi al covid-19.

– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 426 tamponi di cui 27 positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 153 tamponi di cui 13 positivi;
– Ospedale Moscati di Aversa: sono stati esaminati 58 tamponi di cui 7 positivi;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 116 tamponi di cui 8 positivi;
– Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 44 tamponi di cui 4 positivi;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 393 tamponi di cui 62 positivi
– Ospedale di Nola: sono stati esaminati 41 tamponi di cui 3 positivi;
– Ospedale San Pio di Benevento sono stati esaminati 20 tamponi di cui 7 positivi

Il riparto per provincia (aggiornato al bollettino di domenica 29 marzo):

Provincia di Napoli: 991 (di cui 416 Napoli città e 575 Napoli provincia)
Provincia di Salerno: 338
Provincia di Avellino: 220
Provincia di Caserta: 206
Provincia di Benevento: 70
Altri in fase di verifica Asl: 127