Emergenza nell’emergenza. A Napoli è ancora allarme case di risposo. Dopo quanto accaduto nei giorni scorsi a Madonna dell’Arco, frazione del comune di Sant’Anastasìa, dove tra anziani e dipendenti della struttura si sono registrati 7 decessi e 32 casi di contagio, un nuovo caso si è verificato in una casa di famiglia presente nel capoluogo campano, nel quartiere Fuorigrotta, dove sono ospitate 42 persone.

A far scattare l’allarme è stato il decesso di un ospite della struttura. Dopo l’intervento del 118 sia la persona deceduta, sia tutti gli ospiti – informa ancora l’Unità di Crisi – sono stati sottoposti a tampone e in attesa dell’esito, tre pazienti sono stati trasferiti in strutture ospedaliere.

Un team di medici dell’Asl Napoli 1 è da questo pomeriggio nella struttura per monitorare lo stato di salute di ogni ospite. Sulla vicenda indagano il Nas dei Carabinieri. Intanto proseguono i controlli in collaborazione con le forze dell’ordine in tutte le strutture di accoglienza per anziani come disposto dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.