Ieri i numerosi appelli dell’Istituto Pascale, oggi quello del professore Stefano Ascierto, direttore della Struttura Complessa Melanoma e Terapie Innovative dell’ospedale napoletano. Il messaggio è lo stesso: c’è troppa gente in strada, non allentiamo la prese rischiando di vanificare tutto.

Il medico originario di Solopaca (Benevento) sulla propria pagina Facebook ha pubblicato un post per sensibilizzare ancora una volta i cittadini a restare a casa. Parole dure quelle di Ascierto che fanno riferimento alla guerra che si sta combattendo negli ospedali.

“L’emergenza coronavirus non è finita e, anzi, il numero di contagi è ancora molto alto. Lo sappiamo che le belle giornate e quelle che dovevano essere le vacanze di Pasqua stanno arrivando, ma qui in ospedale quella che si respira non è affatto aria di festa. Non possiamo allentare la presa perché qui è una guerra e possiamo vincerla solo e se restate a casa. Ve lo chiediamo con il cuore, affinché tutti i sacrifici fatti fin ora non siano stati fatti invano. RESTATE A CASA!”,

L’APPELLO DEL PASCALE – “Troppa gente per strada, restate a casa così non ne veniamo fuori”. E ancora: “Dovunque vedete gente in strada chiamate le forze dell’ordine” o “Restate a casa altrimenti tutti i morti sono morti invano”. L’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale di Napoli scende in campo oltre che per la ricerca anche per sensibilizzare i cittadini a restare a casa e a rispettare le disposizioni del Governo.

Diversi i messaggi pubblicati nelle scorse ore attraverso i propri canali social per ricordare che l’emergenza coronavirus è tutt’ora in corso e non bisogna allentare la presa. Il picco in Campania, così come sottolineato dal Governatore Vincenzo De Luca, è slittato tra fine aprile e inizio maggio e in questi giorni che anticipano la Domenica delle Palme e portano alla settimana pasquale non bisogna lasciarsi andare a comportamenti poco rigorosi.

Gli assembramenti in strada riscontrati tra venerdì e sabato hanno fatto scattare nuovamente l’allarme. Lo stesso presidente della Regione nei giorni scorsi ha chiesto al Governo altri 300 militari per presidiare ulteriormente il capoluogo campano e la sua provincia.

LEGGI ANCHE – La cura Ascierto e la gioia di Giovanni: “Sono al Cotugno, ho il covid ma riesco a parlare dopo terapia”

L’ULTIMO BOLLETTINO DEL 4 APRILE – Il punto alle ore 23.59 di ieri e il focus dei positivi in Campania ripartiti per province:

Totale positivi: 2960
Totale tamponi: 23.139

Totale deceduti: 189
Totale guariti: 150 (di cui 71 totalmente guariti e 79 clinicamente guariti)

Il riparto per provincia:

Provincia di Napoli: 1.532 (di cui 671 Napoli Città e 861 Napoli provincia)
Provincia di Salerno: 437
Provincia di Avellino: 355
Provincia di Caserta: 300
Provincia di Benevento: 108
Altri in fase di verifica Asl: 228