Vent’anni dall’11 settembre, una data chiave che ha cambiato per sempre la storia degli Stati Uniti e non solo. Sono tanti gli anni trascorsi dai tragici attentati alle Torri Gemelle di New York, una strage ricordata dal presidente americano Joe Biden in un video pubblicato per ricordare coloro che hanno perso la vita nell’attacco compiuto da Al Qaeda sul suolo americano e per confortare le loro famiglie e onorare il coraggio e il sacrificio dei primi soccorritori e dei militari caduti negli ultimi 20 anni.

Il presidente ha rivolto un appassionato appello alla nazione affinché metta da parte le sue divergenze e reclami lo spirito di cooperazione sorto nei giorni successivi agli attentati. “L’unità è ciò che ci rende ciò che siamo, che porta l’America al suo meglio”, ha detto Biden. “Per me questa è la lezione centrale dell’11 settembre”, ha aggiunto. “L’unione è la nostra più grande forza”, ha sottolineato il presidente.

“Unità non significa che dobbiamo credere nelle stesse cose, ma dobbiamo avere un fondamentale rispetto ed una fiducia nell’altro e in questa nazione”, ha proseguito Biden. “La generazione dell’11 settembre si fa avanti per servire e proteggere dal terrore, per mostrare a chiunque cerchi di nuocere all’America che vi daremo la caccia e ve la faremo pagare. Questo non finirà mai”.

A seguito degli attentati, ha poi aggiunto Biden,“sono anche emerse le più oscure forze della natura umana”, vale a dire “la paura e la rabbia”. “Il risentimento e la violenza diretti contro i musulmani americani, sinceri e fedeli seguaci di una religione pacifica”, ha aggiunto, ricordando che il Paese non può permettersi di restare diviso. “L’unità è ciò che fa di noi quello che siamo, l’America al suo meglio”.

Un anniversario che arriva a poche settimane dall’addio all’Afghanistan, una fuga caotica che ha attirato nei confronti di Biden forti critiche dai media, dai Repubblicani e dagli stessi colleghi Democratici. Una guerra, quella in Afghanistan, iniziata poche settimane dopo l’attacco subito alle Twin Towers e al Pentagono per smantellare e catturare Al Qaeda e il suo capo Osama Bin Laden.

IL GIORNO DEL RICORDO NEGLI USA – Biden in giornata farà una prima tappa a New York, al memoriale di Ground Zero, poi  un campo vicino a Shanksville, in Pennsylvania, dove un aereo si è schiantato dopo che gli eroici passeggeri hanno combattuto contro i terroristi per impedire loro di raggiungere Washington.

Infine il Pentagono, colpito anch’esso durante gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. 

Biden che per l’occasione ha proclamato il 10 e l’11 settembre ‘Giorni nazionali di preghiera e ricordo’ in occasione del ventennale degli attentati.

Redazione