L’anello nerosmart” di Matteo Renzi non è passato inosservato a palazzo Madama. La fede nera regalata dalla moglie Agnese è stato al centro di un siparietto omofobo nell’aula del Senato. Protagonista Claudio Lotito, presidente della Lazio e parlamentare di Forza Italia, già al centro di polemiche con il leader di Italia Viva per i fondi per circa 900 milioni che il governo Meloni ha stanziato per le società di serie A.

Nei giorni scorsi, mentre in Senato ere in corso la votazione per la scelta dei membri laici del Csm, l’ex premier è stato avvicinato da Lotito a cui non è sfuggita la fede nera che porta all’anulare della mano sinistra. Il siparietto è stato raccontato dal Corriere.it che rimarca il linguaggio colorito che da sempre contraddistingue il presidente della Lazio. “Ahò, ma che me sei passato sull’altra sponda?” esclama Lotito commentando l’anello di Renzi.

Il tutto avviene in presenza di Ivan Scalfarotto, senatore di Italia Viva e primo esponente del governo italiano, nel 2017, a unirsi civilmente con il suo compagno Federico Lazzarovich, usufruendo della legge emanata l’anno precedente sulle unioni civili. Secca la risposta di Renzi: “Guarda Claudio, che “l’altra sponda” ce l’hai proprio qui davanti”.

Una battuta “omofoba” così come l’ha definita lo stesso Scalfarotto al Corriere. “Ma sono un uomo di mondo, non mi sono scomposto, semmai ho notato un discreto imbarazzo da parte di Lotito che ha tentato di giustificarsi, scusandosi”.

Tornando invece all’oggetto che ha catturato l’attenzione di Lotito, Renzi ha spiegato che si tratta di una “fede smart, che collegata allo smartphone registra tutti i parametri vitali”. Un regalo della moglie Agnese “non per tenermi sotto controllo” ma per supportare e incoraggiare un obiettivo che l’ex premier si è prefissato per la fine del 2024, prima di compiere 50 anni (è nato l’11 gennaio 1975). Ovvero quello di riuscire a fare il triathlon nella sua versione olimpica. Quindi 10 chilometri di corsa, 40 chilometri in bici e un chilometro e mezzo a nuoto.

L’Oura Ring Gen3, che costa circa 300 euro, misura infatti tutti i parametri vitali sia durante l’attività fisica che durante il sonno. E’ la nuova sfida sportiva di Renzi che quando era sindaco di Firenze partecipò e completò due maratone (2010 e 2011), chiudendo le manifestazioni rispettivamente in 4 ore e 40 minuti e 4 ore e 9 minuti.

Redazione