“Non ho mai incontrato nessuno coraggioso, forte, bello e amorevole come te. Chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerti o di essere mai stato in tua presenza, concorderà sul fatto che hai un bagliore e una luce che non smette mai di brillare e che rende immediatamente felice chiunque ti circonda”. Così comincia il post che Ella Travolta ha dedicato alla madre Kelly Preston, morta dopo una lunga battaglia di due anni contro un cancro al seno. Dopo l’emozionante messaggio lasciato sui social dal padre, non tardano ad arrivare le parole della figlia. Oltre ad Ella Bleu, l’attrice e modella ha lasciato il figlio Benjamin e il marito John Travolta. La ragazza ha continuato il suo commovente messaggio con una struggente dedica: “Grazie per essere lì per me, non importa cosa. Grazie per il tuo amore. Grazie per il tuo aiuto e grazie per aver reso questo mondo un posto migliore. Hai reso la vita così bella e so che continuerai a farlo sempre. Ti voglio tanto bene mamma”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I have never met anyone as courageous, strong, beautiful and loving as you. Anyone who is lucky enough to have known you or to have ever been in your presence will agree that you have a glow and a light that never ceases to shine and that makes anyone around you feel instantly happy. Thank you for being there for me no matter what. Thank you for your love. Thank you for your help and thank you for making this world a better place. You have made life so beautiful and I know you will continue to do so always. I love you so much mama.❤️

Un post condiviso da Ella Travolta (@ella.travolta) in data:

L’ANNUNCIO – “È con il cuore colmo di dolore che vi informo che la mia bellissima moglie Kelly ha perso la sua battaglia lunga due anni contro il cancro al seno. Ha combattuto una lotta coraggiosa con l’amore e il sostegno di tanti”. E’ così che il celebre attore di Hollywood John Travolta ha annunciato sui social la morte della moglie Kelly Preston. Attrice e modella statunitense, Kelly ha lottato per due anni contro un cancro al seno ma non ce l’ha fatta. L’attore di pellicole storiche come ‘Grease’ e ‘Pulp Fiction’ ha continuato il suo breve ed intenso post su Facebook descrivendo lo stato d’animo suo e della sua famiglia: “Saremo sempre grati a medici e infermieri del MD Anderson Cancer Center, a tutti i centri che l’hanno aiutata, così come ai suoi molti amici e persone care che sono state al suo fianco. L’amore e la vita di Kelly saranno ricordati per sempre”. “Mi prenderò un po’ di tempo per stare qui con i miei figli che hanno perso la loro madre, quindi perdonatemi in anticipo se non sentirete di noi per un po’. Ma vi prego sappiate che io sentirò la vostra esplosione d’amore nelle prossime settimane e mesi in avanti, mentre ci riprendiamo. Con tutto il mio amore, JT”, conclude il post l’attore annunciando una pausa dal lavoro per elaborare il lutto.

CHI ERA KELLY PRESTON – Kelly Preston è nata a Honolulu, nelle Hawaii nel 1962. Figlia di un lavoratore agricolo, perse suo padre a soli 3 anni ma dopo poco sua madre Linda si risposò con Peter Palzis il quale prese in adozione Kelly. Dall’età di 16 anni inizia a muovere i primi passi nel settore della moda e della pubblicità, ricoprendo il ruolo di attrice e modella. Da allora la sua carriera è decollata tra film e video musicali, come quello dei Maroon 5 per la canzone She Will Be Loved del 2004. Inoltre, sia la Preston che il marito John Travolta sono adepti della chiesa di Scientology. Entrambi hanno recitato nel film del 2000 Battaglia per la Terra, basato proprio su una novella del fondatore dell’organizzazione.

Kelly è stata sposata due volte. La prima con l’attore Kevin Gage, ma la loro relazione durò soltanto due anni. Mentre il suo grande amore fu con John Travolta. I due si sono sposati nel 1991 dopo essersi conosciuti sul set di Gli esperti americani nel 1988 e hanno avuto tre figli: Jett, morto nel 2009, Ella Bleu e Benjamin. La Preston ha dedicato molto tempo al consiglio della CHEC, Children’s Health Environmental Coalition, ovvero la coalizione per la salute ambientale dei bambini, un’organizzazione non profit creata per educare i genitori ai rischi delle tossine ambientali che potrebbero far male ai bambini con allergie. Ha iniziato a far parte dell’associazione dopo aver scoperto che suo figlio Jett aveva la sindrome di Kawasaki, anche se a riguardo ci sono teorie controverse secondo cui le cause della morte sono ignote.