Il primo regalo che Marino Bartoletti si è fatto dopo mesi di malattia e cure è stato commentare il Festival di Sanremo, quello andato in onda dal due marzo al sei marzo. Lo ha fatto negli studi di Rai1, ospite di quella settimana speciale di Oggi è un altro giorno, dedicata alla kermesse. E nello stesso programma, condotto da Serena Bortone, il giornalista, conduttore e autore televisivo ha raccontato il suo calvario: “Ho avuto un tumore e forse ce l’ho ancora perché le analisi definitive le farò a inizio giugno”.

La confessione di Bartoletti a qualche giorno di distanza dalla vittoria di La Cena degli Dei, edito da Gallucci e dedicato a Enzo Ferrari, del Premio Selezione Bancarella 2021. Bartoletti si è occupato nella sua carriera di sport – calcio, ciclismo, motori – e di spettacoli. È uno dei volti più noti della televisione, esperto del Festival di Sanremo. Ha condotto ed è stato ospite di numerose trasmissioni televisive, soprattutto per la Rai.

Ha scoperto la sua malattia incidentalmente, dopo altri controlli. “È una cosa che è scoppiata alla fine della scorsa estate e che per fortuna è stata presa per tempo – ha raccontato Bartoletti – Però non possiamo sempre essere figli della fortuna né dire: succede sempre agli altri. Quindi io devo benedire quattro angeli, che si chiamano Eugenio, Carlo, Giovanni e Marinella, che hanno dei cognomi oltre che dei nomi e dei titoli professionali, perché mi sono stati molto d’aiuto. Perché mi sono messo in buone mani. Perché noi dobbiamo essere i primi ad aiutare queste persone ad aiutarci”.

Bartoletti ha quindi raccontato di aver affrontato mesi di terapie. “Ho provato, non dico fatalismo, ho provato quello che lo sport mi ha insegnato, che bisogna sempre battersi fino all’ultimo minuto, fino al novantesimo, e anche fino al recupero. Io mi sto ancora battendo, penso con decoro, sogno un’estate bellissima, con le persone che mi vogliono bene, con una in particolare e spero che questa parte oscura della mia vita possa metterla alle spalle”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.