Tragedia familiare a Napoli, nel quartiere Soccavo. Un uomo, di 88 anni, ha sparato contro i due figli invalidi uccidendone uno. L’uomo ha poi chiamato la Polizia per confessare l’accaduto. Ha detto di aver agito per via delle condizioni disperate nelle quali versa la famiglia.

I due figli dell’uomo stavano dormendo. L’uomo ha sparato due colpi. Il figlio minore, 47 anni, è morto. L’altro, che soffre di un handicap più lieve, è rimasto ferito a un braccio ed è stato ricoverato in ospedale. Non è in pericolo di vita. L’uomo ha chiamato le forze dell’ordine intorno alle 5:00 del mattino.

La Polizia sta svolgendo indagini sull’arma, una Magnum, che sarebbe stata detenuta illegalmente dall’anziano. Nell’appartamento in via Niccolò Garzilli era presente anche la moglie dell’uomo, 79 anni, che ha visto la scena. I due coniugi sono stati trasportati prima al Commissariato di Polizia San Paolo. La donna è stata condotta poi all’Ospedale del Mare in stato di shock.

Redazione