Invece di rallentare hanno accelerato e hanno investito due persone: un carabiniere e un diciassettenne. Sono stati arrestati due giovani già noti alle forze dell’ordine nella scorsa notte nel centro storico di Napoli. Il posto di blocco era stato messo in atto nell’ambito dei controlli della movida dalla Compagnia Napoli centro con i militari del reggimento Campania.

Nell’ambito delle operazioni un 18enne è stato denunciato a piede libero per porto di oggetti atti a offendere: a Piazza Dante girava con un coltello a serramanico che nascondeva sotto il giubbino. “Era per difendermi”, ha detto ai militari. Sanzionata inoltre una commerciante a Monteoliveto che permetteva a un cliente di consumare all’interno del locale senza il necessario Green Pass. Controlli e sanzioni di vario genere per guida senza casco e guida senza cintura di sicurezza.

L’episodio più grave si è verificato intorno alle 3:00. Attimi concitati in via della Candelora. I due centauri percorrevano a bordo di uno scooter 300 cc contromano la strada. Quando i militari gli hanno intimato di fermarsi, prima hanno rallentato e poi hanno accelerato. Hanno forzato il dispositivo finendo per investire il comandante della compagnia Napoli Centro, un carabiniere della stazione San Giuseppe, e soprattutto un 17enne che stava passeggiando.

Gli altri militari si sono lanciati nell’inseguimento dei due che avevano perso il controllo del mezzo e che comunque avevano provato ad alzarsi e a riprendere la loro corsa. Dopo una breve colluttazione sono stati arrestati davanti a una folla di ragazzi che con i loro telefoni scattavano foto e giravano video. Lo scooter è stato sequestrato. I due si chiamano Umberto Tancredi (29 anni) e Ivan Santangelo (28 anni), entrambi della zona e noti alle forze dell’ordine. Dovranno rispondere di resistenza, lesioni aggravate e oltraggio.

Avatar photo

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.