Via al rimborso dei biglietti – precisamente: dal 18 settembre al 17 ottobre – per i concerti di Paul McCartney in Italia. L’ex Beatles era atteso a Napoli, a Piazza del Plebiscito il 10 giugno, e due sere dopo al Lucca festival. Date cancellate a causa della pandemia da coronavirus come tutto il tuor europeo del musicista originario di Liverpool. Si chiude così la querelle tra organizzatori e fans dopo mesi di polemiche.

Proprio i promoter Mimmo D’Alessandro e Adolfo Galli hanno fatto sapere che “in ossequio alle modifiche introdotte dalla legge n. 77 del 17 luglio 2020 e ai chiarimenti ottenuti in ordine al suo ambito di applicazione”. Gli organizzatori nei mesi scorsi avevano insistito per la trasformazione dei ticket in voucher, scatenando l’ira dei fan che preferiscono il rimborso. Resta comunque possibile rendere il proprio biglietto un voucher.

“Coloro che hanno già richiesto il rimborso tramite voucher dei biglietti dei concerti di Paul McCartney  – si legge nella nota – potranno scegliere se utilizzare il voucher per altri eventi organizzati da D’Alessandro e Galli entro 18 mesi dalla sua emissione oppure richiedere il suo rimborso in denaro. Le richieste di rimborso monetario potranno essere formulate dal 18 Settembre al 17 Ottobre 2020, tutte le informazioni sulla procedura possono essere consultate alla pagina”. Lo stesso trattamento è previsto per tutti i live del Lucca festival 2020 e per i tour di Lenny Kravitz e Hollywood Vampires.

MCCARTNEY – Lo stesso ex Beatles era intervenuto sulla questione, prendendo le distanze dai promoter D’Alessandro e Galli, con un lungo post sui social. “È veramente scandaloso che coloro che hanno pagato un biglietto per uno show – si leggeva nel post – non possano riavere i loro soldi. Senza i fan non ci sarebbe musica dal vivo. Siamo fortemente in disaccordo con ciò che il governo italiano e Assomusica hanno fatto. A tutti i fan degli altri Paesi che avremmo visitato quest’estate è stato offerto il rimborso completo”.

IL 2021 – D’Alessandro e Galli fanno intanto sapere di essere al lavoro per riprogrammare al 2021 i concerti Yusuf Cat Stevens (Roma e Lucca), Anderson Paak (Lucca), Liam Payne (Roma e Lucca), Lynyrd Skynyrd (Lucca), Patti Smith (Lucca), Lauryn Hill (Roma).

Redazione