Ha perso più di 20 chili e ancora soffre delle conseguenze del contagio. L’infermiere Mike Schultz ha postato sulla sua pagina Instagram una foto, un prima e dopo l’intubazione in terapia intensiva che mostra gli effetti del covid sul suo corpo. Il 43enne di San Francisco aveva infatti contratto il coronavirus. E quindi ha voluto postare sui social una sua foto che provasse come il virus che attacca il sistema respiratorio, e le cure per debellarlo, possono incidere sul fisico. Prima del ricovero Schultz pesava 83 chili; dopo essere guarito è sceso fino a 63 chili. Era stato ricoverato il 16 marzo.

“Volevo mostrare a tutti quello che significa essere sedato o intubato per sei settimane con un ventilatore. Tra le altre cose, il covid-19 ha ridotto le capacità del mio polmone per pneumonia. Per oltre otto settimane sono stato lontano dalla mia famiglia”, ha scritto l’infermiere sul social.

“Pensavo di essere abbastanza giovane da non ammalarmi e so che molte persone lo pensano – ha dichiarato Schultz a Buzzfeed – Volevo dimostrare che può succedere a chiunque. Non importa se sei giovane o vecchio, hai condizioni preesistenti o no”. L’infermiere non aveva sofferto patologie precedentemente. Con molte probabilità l’uomo si era contagiato a Miami Beach al Winter Party Festival, dove si erano radunate migliaia di persone per una settimana di eventi. “Non c’erano restrizioni reali in atto. Nessun blocco. Abbiamo pensato solo: dobbiamo lavarci le mani più spesso ed evitare di toccarci il viso”, ha ricordato l’infermiere. Almeno 38 persone che hanno partecipato al Winter Party sono risultate positive. Tre sono morti. Dopo due giorni la temperatura dell’uomo è salita e ha cominciato ad accusare dei problemi respiratori.