Bloccati alle Maldive, in un resort di lusso, durante la quarantena. Potrebbe sembrare fantastico ma per due neo sposi sudafricani, in viaggio di nozze, il sogno si sta trasformando in un incubo.

Protagonisti della storia, raccontata dal New York Times, Olivia e Raul De Freitas insegnante e macellaio di 27 e 28 anni, che il 25 marzo scorso hanno saputo che il Sudafrica aveva bloccato il traffico aereo in entrata impedendo loro di fare rientro a casa. Così sono rimasti, a poco a poco, gli unici ospiti del resort il cui costo di una camera parte dai 700 euro a notte. Con il governo che si è rifiutato di trovare una soluzione alternativa per il rimpatrio, i due hanno concordato un prezzo più basso con il resort e hanno trascorso il loro tempo con il personale che, libero da tutti gli altri ospiti, si è mostrato ben felice di occuparsi di loro. Proprio il New York Times ha raccontato di un istruttore subacqueo che ogni volta che incrociava i due proponeva loro di fare immersioni insieme.

Ma la spensieratezze della vacanza sta facendo spazio a preoccupazioni ben più concrete. La giovane coppia, infatti, sta dando fondo a tutti i suoi risparmi. “Stiamo finendo i soldi, ogni giorno si riducono i risparmi. Tutti vorrebbero rimanere intrappolati su un’isola tropicale. Finché non accade davvero”.