È morto in ospedale, a seguito delle coltellate che gli sono state inferte in strada. Forse per una lite, o per un furto cui aveva reagito. È morto a 20 il ragazzo aggredito nella notte a Mantova. La tragedia si è consumata in via Bonomi, a pochi passi dalla stazione ferroviaria. Sul caso indagano i carabinieri arrivati sul posto, dopo l’aggressione di ieri sera, con i sanitari del 118.

Il ragazzo aveva origini ghanesi e risiedeva a Marcheno. È morto all’Ospedale Carlo Poma. I fatti poco dopo le 22:00, nei pressi di uno dei negozi che si trovano di fronte alla stazione ferroviaria. Il 20enne, secondo una delle prime versioni emerse, avrebbe accusato due uomini, anche questi stranieri, di avergli rubato il telefono cellulare. La lite scatenata sarebbe stata violenta, furibonda, con lanci di bottiglie e grida.

I due si sarebbero diretti verso il centro città e il 20enne li avrebbe seguiti. La lite quindi è continuata fino a via Bonomi. Alcuni testimoni avrebbero riferito che le persone coinvolte erano tre, compresa una donna. Sotto il porticato della strada il ragazzo sarebbe stato quindi raggiunto da una coltellata fatale. Un fendente alla pancia. L’Ansa invece riporta anche un’altra ricostruzione: i tre avrebbero rubato un cellulare a un operatore ecologico e avrebbero litigato sulla spartizione del bottino.

Secondo Il Corriere Milano, dalle immagini delle telecamere della zona si vede il 20enne che, dopo la coltellata, prova a rincorrere due persone premendosi le mani sulla pancia prima di stramazzare al suono. Del caso si sta occupando il sostituto procuratore Paola Reggiani. Il sindaco di Mantova Mattia Palazzi ha annunciato che “l’autore dell’accoltellamento” è stato arrestato stamattina. Nessuna conferma né smentita da parte delle forze dell’ordine.

Sul posto erano intervenuti i carabinieri e i sanitari del 118 per prestare soccorso. Il 20enne è arrivato all’Ospedale di Mantova in condizioni disperate. È morto nel corso della notte. Al vaglio dei militari le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza della zona e le testimonianze di alcuni presenti.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.