Fratelli d’Italia e Movimento 5 stelle sono più vicini che mai, ma il partito di Giorgia Meloni si conferma ancora terza forza del Paese nelle intenzioni di voto. È quanto emerge dagli ultimi dati ixè sull’orientamento politico degli italiani, che hanno dichiarato di preferire la formazione di centrodestra al 15,6%, mentre i grillini si fermano al 15,3%.

Questo nonostante entrambi i movimenti abbiano risentito di un leggero calo di preferenze rispetto all’ultima rilevazione datata 28 gennaio, quando Fratelli d’Italia era al 15,8% e M5S al 15,4%. Primo partito resta sempre la Lega, che in poco più di un mese guadagna lo 0,3 e si attesta ad oggi al 23,5% dei consensi degli italiani. Segue al secondo posto il Pd, al 20% dopo aver perso più di mezzo punto da fine gennaio.

Dietro il Movimento, staccato di circa 6 punti c’è Forza Italia, stabilmente quinto partito del Paese, all’8,9% dei consensi. A seguire Azione di Carlo Calenda al 3,4%, il blocco ex Liberi e Uguali formato da Sinistra Italiana e Articolo Uno (rispettivamente 1,8% e 1,7%) e Italia Viva, scesa sotto la soglia del 2% e ferma adesso all’1,8%.

I dati dell’istituto Ixè consentono anche di comparare lo stato attuale dei partiti con le elezioni europee del 25 maggio 2019. Il grafico mostra una certa costanza a partire da quella data per il Pd e per Forza Italia, mentre si evidenziano in particolare la netta discesa della Lega, passata dal 34,3% di allora agli attuali 23,5%, e la risalita di Fratelli d’Italia, che partiva dietro Fi col 6,5% e adesso ha scavalcato sia gli azzurri che i grillini, che pure hanno perso circa 2 punti percentuali.

Napoletano, Giornalista praticante, nato nel ’95. Ha collaborato con Fanpage e Avvenire. Laureato in lingue, parla molto bene in inglese e molto male in tedesco. Un master in giornalismo alla Lumsa di Roma. Ex arbitro di calcio. Ossessionato dall'ordine. Appassionato in ordine sparso di politica, Lego, arte, calcio e Simpson.