Un 27enne di origine irpina si trovava a Codogno proprio nel momento in cui l’Italia intera veniva a conoscenza dei numerosi casi di coronavirus che stavano aumentando nella cittadina lombarda. Probabilmente spaventato dalla situazione ha deciso di violare le direttive del sindaco di Codogno ed è scappato. Ha attraversato tutta italia e ha raggiunto i suoi genitori a Montefusco, cittadina in provincia di Avellino. Adesso per il giovane e la sua famiglia è scattata la quarantena.

Il sindaco di Montefusco, Gaetano Zaccaria, ha blindato in casa la famiglia con un’ordinanza secca: “Si invitano i componenti del nucleo familiare e il 27enne a non lasciare per almeno 14 giorni il loro domicilio e a non avere contatti diretti con altre persone”. E inoltre intima al nucleo familiare “di seguire in maniera puntuale le disposizioni in tema di profilassi, stabilite dalle Autorità Sanitarie”.

L’ordinanza sindacale è stata emessa precauzionalmente per consentire tutte le verifiche del caso. Durante la conferenza stampa di presentazione del lancio del nuovo decreto emanato dal Governo, il Premier Conte aveva parlato di una famiglia che da Nord si era spostata al Sud. Si tratterebbe di questo caso ma per il momento non si ha notizia di alcun contagio. La popolazione del piccolo comune alle porte di Avellino la notizia ha comunque provocato una certa preoccupazione. Intanto si indaga per capire in che modo il giovane abbia raggiunto Montefusco, se a bordo di un’auto, un treno o un autobus.