È stato travolto da un’auto subito dopo essere sceso dal suo camion, sulla via Pontina, in attesa di scaricare il carico presente sul mezzo pesante. È morto così Nebojsa Cvetkovic, cittadino serbo di 56 anni, nella serata di martedì: l’incidente mortale è avvenuto all’altezza del 27 della strada statale che collega la Capitale a Latina.

L’autotrasportatore aveva fermato il mezzo a bordo strada della SS148 in attesa di poter scaricare il suo carico nello stabilimento della CrikCrok, scrive RomaToday, iniziando a camminare lungo la complanare. Qui, secondo una prima ricostruzione della Polizia stradale di Aprilia, è transitata una Renault Clio con a bordo un ragazzo e due amiche che non è riuscito ad evitare l’impatto.

Il giovane, avrebbe raccontato alla Polstrada, si sarebbe trovato all’improvviso Cvetkovic, in un tratto della Pontina particolarmente buio: inevitabile dunque l’impatto che ha ucciso praticamente sul colpo l’autotrasportatore serbo di 56 anni.

È stato lo stesso automobilista a prestare i primi soccorsi ed a richiedere l’intervento di forze dell’ordine e personale sanitario. Il 118 una volta giunto sul luogo dell’incidente non ha potuto fare altro che constatare il decesso del 56enne.

Gli agenti della Polstrada di Aprilia hanno invece ascoltato il racconto dell’automobilista e le due amiche che viaggiavano in auto con lui. Ovviamente la polizia lo ha sottoposto ai test alcolemici e tossicologici di rito. La salma di Nebojsa Cvetkovic è stata invece traslata al Policlinico Tor Vergata di Roma a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.