E’ morto poco ore dopo il ricovero al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di Napoli. Dramma nella tarda mattinata di martedì 8 marzo in via Terracina nel quartiere Fuorigrotta dopo in seguito a un incidente, avvenuto poco prima delle 13, che ha coinvolto una moto di grossa cilindrata e un’auto, un uomo di 34 anni è deceduto. La vittima si chiamava Francesco Maria Leone Clausi.

Si trovava in sella alla sua Bmw di grossa cilindrata insieme a una coetanea quando si è scontrato con una Fiat Panda, guidata da un 42enne, che stava svoltando per entrare all’interno del piazzale dell’Istituto Professionale Statale G. Rossini, probabilmente in concomitanza con l’uscita di alcune classi. Secondo quanto una prima, parziale, ricostruzione degli agenti della sezione Infortunistica stradale guidati dal capitano Antonio Muriano, l’auto avrebbe improvvisamente tagliato la strada alla moto, rendendo inevitabile il violento impatto.

Il 34enne è stato soccorso dai presenti prima dell’arrivo dell’ambulanza. In un primo momento le sue condizioni non sembravano gravi ma con il passare dei minuti sono degenerate fino al drammatico epilogo avvenuto nel primo pomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale di via Terracina. Ricoverata in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita, al Cardarelli la donna che si trovava sulla moto come passeggera. Nessuna conseguenza grave invece per il conducente della Fiat Panda che dovrà ora rispondere di omicidio stradale. La sua posizione è al vaglio dell’autorità giudiziaria. Disposti i test alcolemici e tossicologici.

La salma del 34enne è stata invece trasferita al Secondo Policlinico di Napoli per l’autopsia che chiarirà le cause del decesso. Le indagini, condotte dalla polizia Municipale e coordinate dalla Procura, mirano a chiarire la dinamica dell’incidente anche attraverso la visione delle telecamere presenti nell’istituto scolastico e alle testimonianze delle persone presenti al momento del drammatico impatto.

Quello di oggi è il secondo omicidio stradale registrato a Napoli dall’inizio del 2022. Il primo, a gennaio scorso, nel quartiere Pianura costato la vita al 36enne  Fabio De Vita. 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.