E’ deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli l’uomo di 38 anni che si è lanciato contro un treno della linea 1 della metropolitana di Napoli. La tragedia è avvenuta intorno alle 16 di giovedì 14 ottobre all’interno della stazione Quattro Giornate, nel quartiere Vomero. Il macchinista ha provato a frenare, rallentando notevolmente l’impatto. L’uomo è stato estratto dai binari dall’intervento dei vigili del fuoco e poi assistito dai sanitari del 118.

Inizialmente sembrava che le sue condizioni non fossero gravi, poi all’arrivo in ospedale sarebbero subentrate complicazioni. L’uomo sarebbe deceduto poco dopo le 18.30. Il magistrato di turno ha disposto l’autopsia mentre la stazione di Quattro Giornate resterà chiusa per tutti gli accertamenti del caso. Sul posto è intervenuta la polizia. La circolazione, bloccata dalle 16, è ripresa proco dopo le 18 solo nella tratta compresa tra le stazioni di Piscinola e Vanvitelli.

Guasto Circumvesuviana: passeggeri a piedi sui binari

Treno bloccato per un guasto tra le fermate di piazza Garibaldi e Centro Direzionale, a Napoli, e passeggeri costretti a ritornare in stazione a piedi lungo i binari. E’ l’ennesimo disservizio avvenuto oggi, intorno all’ora di pranzo, alla ferrovia Circumvesuviana, che collega il capoluogo con una vasta fascia della provincia. L’ episodio è stato raccontato da un viaggiatore e postato su un social media. ”A Napoli – ha riferito il viaggatore – , tra le fermate Garibaldi e centro direzionale, il treno da Baiano si è guastato. C’è stato uno scoppio, seguito da forte luce e boato. Siamo rimasti 40 minuti in attesa di soccorso finché non hanno deciso di farci fare una passeggiata sui binari”.

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.