Risultati ricchi di spunti quelli del sondaggio realizzato da Demos per l’edizione odierna di Repubblica. Per la prima volta infatti dalle elezioni politiche del 2018 il distacco tra la Lega e il suo immediato ‘inseguitore’, in questo caso il Partito Democratico, non sembra così incolmabile. L’altro dato evidente è la crisi infinita del Movimento 5 Stelle, ormai ripreso da Fratelli d’Italia e che vede a rischio il suo ‘podio’ nelle intenzioni di voto degli italiani.

COME CAMBIANO I FLUSSI – Le rilevazioni bimestrali di Demos per Repubblica segnano un nuovo calo della Lega di Matteo Salvini, scesa al 29,2% (-0,3%), a tutto vantaggio della rincorsa del Partito Democratico che sfonda quota venti, stimato al 20,6% e in rialzo dell’1,9% in due mesi sulla scia del successo in Emilia Romagna. Segna invece un crollo devastante il Movimento 5 Stelle: tra dicembre oggi i grillini scendono al 14,4% perdendo ben 3,7 punti. Di Maio e soci sono ormai tallonati da Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni guadagna in due mesi l’1,8% e si avvicina fino al 13,1%.

Tra i partiti sotto la doppia cifra si ferma la parabola discendente di Forza Italia, che perde lo 0,3% in due mesi e si attesta al 6,2%. Italia Viva di Matteo Renzi si rialza e, complice il protagonismo di questi mesi con gli scontri con il governo su giustizia ed economia, risale al 3,9% (+0,4%).