Un video girato in via Cilicia potrebbe contenere la verità sul decesso di Antonella e Lorena Flores, le sorelle di 23 e 19 anni morte in un incidente stradale lo scorso 18 dicembre in zona San Giovanni. Nel filmato, del quale Repubblica è entrata in possesso, si vede una chiazza di sangue, un centinaio di metri prima dell’impatto contro il platano dell’automobile su cui viaggiavano le due sorelle. Le immagini confermano le tesi dei genitori Flores, che sostengono che le figlie siano morte dopo l’impatto tra la loro auto e un cinghiale.

Il video è stato girato a poche ore dalla tragedia che ha sconvolto la famiglia ecuadoregna Flores. Nel filmato, che riprende il tratto e il manto stradale dove è avvenuto l’incidente, si vedono chiazze di sangue ben consistenti.

I genitori, il fratello e gli zii delle due giovani sorelle hanno ripercorso la strada dov’è avvenuto l’incidente. Hanno fotografato il marciapiede scalfito dall’auto e il platano colpito dall’auto su cui viaggiavano Lorena e Antonella, una Peugeot 307. Nel sopralluogo, un amico ha notato e filmato una lunga scia di sangue che tagliava in due la carreggiata.

A distanza di giorni, le macchie di sangue sono meno nitide, a causa delle piogge che si sono abbattute sulla Capitale. Ma l’ipotesi dell’impatto col cinghiale non è esclusa nemmeno dalla polizia locale che, alla vigilia di Natale, è ritornata su via Cilicia per cercare quelle tracce di sangue, senza però trovare nulla.

La famiglia delle due vittime è convinta che l’incedente sia stato causato dall’impatto con l’animale e ha per questo nominato un avvocato che procederà con alcune indagini. “Ci sono cinghiali di colore grigio scuro che con il colore dell’asfalto si possono confondere – dice l’avvocato Lino Mancini, legale della famiglia Flores a Repubblica – e Antonella Flores, alla guida, avrebbe tentato di scansarlo ma invece lo avrebbe preso. L’auto è poi sbandata e il marciapiede ha fatto da catapulta. Infine, la macchina si è schiantata sull’albero. C’è da capire che tipo di rotazione ha fatto la macchina. Ancora, purtroppo, non c’è nessun testimone”.

La famiglia e il legale vogliono quindi avviare una ricerca per individuare il cinghiale morto. I genitori Flores nomineranno anche un perito per ricostruire la dinamica dell’incidente sulla base dell’ipotesi di uno scontro tra l’auto e l’animale.

Gli inquirenti al momento non esludono alcuna ipotesi, tra cui un guasto dell’auto che ha causato la perdita del controllo del veicolo. Per chi indaga, la velocità ha giocato un ruolo determinante.

Il magistrato di turno, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti per consentire gli accertamenti, ha deciso di non disporre l’autopsia e nemmeno gli esami tossicologici. Si attendono, invece, i risultati sui prelievi ematici che possono rilevare la presenza o meno di alcol nel sangue.

Redazione