In tutto sono 92.700 i visoni dell’allevamento nel comune di La Puebla de Valverde, in Spagna. L’87% degli animali è risultato positivo al covid-19 e quindi verrà abbattuto. L’epidemia nel comune nella comunidad aragonese è stato scoperto dopo che la moglie di un operaio dell’allevamento è risultata positiva. Nei mesi successivi altre sette persone sono state contagiate.

Sono 37 gli allevamenti di visoni in Spagna. L’abbattimento avverrà nei prossimi giorni, secondo quanto detto da Joaquin Olona, consigliere all’Agricoltura dell’Aragona, che ha assicurato che l’azienda aveva rispettava tutte le norme di sicurezza. Dal tracciamento dei contagi, ha continuato Olona, gli animali sono stati monitorati e non sono state permesse l’entrata e l’uscita di animali, sottoprodotti, materiale dell’azienda agricola. “L’unico obiettivo – ha aggiunto – dell’azione è evitare rischi per la popolazione”.

Non esistono al momento prove che il covid-19 possa passare dai visoni alle persone. L’ipotesi più accreditata dagli esperti per la nascita del coronavirus è tuttavia proprio quella del salto specie nella città focolaio di Wuhan, in Cina. Anche in Polonia, Danimarca e Paesi Bassi – dove gli allevamenti sono molto più numerosi – si sono verificati casi analoghi negli ultimi mesi. L’azienda riceverà un risarcimento.

Redazione