Ha capito che qualsiasi via di fuga dall’isola di Ibiza era impossibile e ha deciso di costituirsi spontaneamente. È finito così il tentativo di fuga di Michele Guadagno, 35 anni, napoletano, accusato di essere il responsabile della sparatoria in una villa durante una festa sull’isola spagnola.

Il terribile episodio è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato. Guadagno ha impugnato al pistola e ha sparato a Antonio Amore, 28 anni, suo connazionale e concittadino. A far scattare la rissa e poi gli spari potrebbe essere stato uno sguardo di troppo rivolto all’accompagnatrice di uno dei due napoletani. Il party era stato organizzato da Amore all’interno di una lussuosa villa di Ca Na Palava, nella zona di Santa Eulalia.

Un evento che, nonostante le norme anticovid ancora in vigore in Spagna aveva numerosi invitati tra cui molti italiani che, come Amore e Guadagno, da molti anni risiedono a Ibiza. In pochi istanti il party si è trasformato in una maxirissa. Secondo il racconto di alcuni testimoni Guadagno avrebbe impugnato la pistola dirigendola verso Amore. Ha esploso numerosi proiettili per poi darsi alla fuga.

In pochi minuti la lussuosa villa è stata circondata dagli agenti della Guardia Civil mentre Amore è stato trasportato alla Policlinica Nuestra Senora del Rosario dove, a causa delle gravità delle ferite, è giunto in arresto cardiaco. Trasportato immediatamente in sala operatoria è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico per estrarre un proiettile che lo aveva raggiunto al cranio.

Le sue condizioni per quanto gravi non farebbero temere per la sua vita. Solo contusioni, invece, per un’altra vittima del tragico episodio, un 35enne di Caserta rimasto contuso durante la rissa.
Guadagno ha già diversi precedenti a suo carico tra cui reati contro il patrimonio e il coinvolgimento in un’inchiesta della Dda partenopea che smantellò un traffico di droga con l’Olanda e che vedeva coinvolti anche alcuni esponenti della camorra del centro storico. Da qualche tempo si era trasferito a Ibiza dove aveva avviato un’attività di noleggio di auto. Amore invece aveva scelto l’isola come “buen retiro”. Entra a far parte della brigata di cucina di uno dei più noti ristoranti di Ibiza, di cui diviene chef de partie. Oltre a questo organizza eventi tra cui la festa nella villa di venerdì sera.

Non è chiaro quale fossero i rapporti tra Amore e Guadagno e cosa abbia precisamente fatto scattare la lite. Gli investigatori spagnoli non escludono che dietro la rissa ci possa essere qualcosa di più di una banale lite per una donna. Nel frattempo, era già scattata la caccia a Guadagno identificato grazie anche al racconto di alcuni testimoni. Un’operazione che ha visto l’impiego di decine di uomini della Guardia Civil che, di fatto, hanno impedito che il 35enne potesse abbandonare l’isola. Preclusa ogni via di fuga, Miky, questo il suo soprannome, non ha avuto altra scelta che consegnarsi spontaneamente.

Avatar photo

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.