Altra tragedia sul lavoro, stamattina, in un impianto di produzione di materiale per edilizia. Un operaio di 52 anni è rimasto incastrato in una tramoggia. Si chiamava Francesco Brenda, era residente in Casentino. Lascia la moglie e due figli. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Indagano sull’incidente mortale i militari.

L’uomo lavorava nell’azienda, dove si lavorano i calcestruzzi, in località Nave a Bibbiena in provincia di Arezzo. Secondo una prima ricostruzione riportata dall’Ansa l’operaio sarebbe caduto per cause da accertare in quello che tecnicamente si chiama frantoio per materiali inerti, macchinario utilizzato per preparare il calcestruzzo e per lui non ci sarebbe stato niente da fare. Sul posto sono intervenuti – oltre ai soccorritori, per i quali ormai non c’era niente da fare – anche i tecnici del lavoro per gli accertamenti.

L’uomo era conosciuto e stimato, abitava in zona, aveva sempre lavorato per la ditta Mariotti Calcestruzzi. Un operaio di grande esperienza, in azienda dagli anni 90 come scrive La Nazione. Le indagini dovranno chiarire quale evento ha causato la caduta dell’uomo nel macchinario. L’incidente si è verificato intorno alle 10:00. La tramoggia è una sorta di imbuto nella quale vengono smaltiti gli scarti di produzione. Troppo gravi le ferite riportate dal 52enne. I soccorritori non hanno potuto nulla. Sconvolti i colleghi e i vertici dell’azienda.

“Ogni morte ci pone davanti tanti interrogativi come uomini. Le morti sui luoghi di lavoro ci pongono interrogativi più grandi anche come istituzione. Oggi è un giorno di lutto per tutta la nostra comunità. È un giorno di silenzio e di rispetto dovuti a chi è stato coinvolto in tutto questo, alla famiglia a cui va tutto il nostro affetto e il nostro calore umano – il cordoglio del sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli – Un momento di dolore e di riflessione per tutta la nostra comunità. Era operaio esperto e conosciuto da tutti, la sua morte ci lascia senza parole”.

Altro incidente grave si è verificato all’Argentario in provincia di Grosseto, sempre in Toscana. Un operaio è rimasto ferito dopo esser caduto da un’impalcatura alta almeno due metri ad Ansedonia, comune di Orbetello. L’uomo ha 40 anni ed è stato trasportato all’ospedale della Misericordia di Grosseto dove versa in condizioni critiche ma non in pericolo di vita. Sul posto, oltre ai soccorritori sono intervenuti i tecnici del dipartimento di prevenzione igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro dell’Asl Toscana Sud che stanno cercando di ricostruire la dinamica esatta dell’incidente e rilevare eventuali responsabilità.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.