Ha tentato di farsi giustizia da sola, spinta dal sospetto che il suocero avesse abusato della propria figlia 16enne, avuta da un precedente matrimonio. 

Una donna di 42 anni, di Casoria, nel pomeriggio di venerdì 10 giugno ha accoltellato e ferito gravemente il suocero 73enne, raggiunto nella sua abitazione. I militari della locale Stazione l’hanno sottoposta a fermo questa notte, dopo una indagine lampo in cui la 42enne è gravemente indiziata di tentato omicidio.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini dei militari, coordinati dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, la donna si sarebbe recata presso l’abitazione del suocero a Casoria e, dopo una colluttazione, gli avrebbe inferto diverse ferite da taglio in diverse parti del corpo.

La motivazione, come detto, era il sospetto che l’uomo avesse abusato in passato della figlia 16enne: a tal riguardo sono in corso accertamenti dei Carabinieri sotto la direzione della Procura della Repubblica di Napoli Nord.

La vittima è attualmente ricoverato in prognosi riservata, ma le sue condizioni sono stabili ed è cosciente. La 42enne invece è stata trasferita presso il carcere di Pozzuoli a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.