Gli insegnamenti in “Infermieristica in Medicina Specialistica” e “Infermieristica delle Disabilità” del Polo Incurabili e in “Infermieristica in Area Critica” del Polo Elena D’Aosta, saranno di nuovo attribuiti ai candidati in possesso del titolo di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche. E’ quanto prevede una rettifica della graduatoria del Polo didattico richiesta dall’Opi Napoli e prontamente accolta dall’Università Vanvitelli di Napoli.

“L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Napoli – si legge in una nota inviata ai vertici dell’Università e firmata dalla Presidente Opi Napoli Teresa Rea – ringrazia segnatamente: il Magnifico Rettore Prof Giovanni Francesco Nicoletti, il Prorettore Vicario, Prof. Italo Francesco Angelillo , il Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali_Prof. Paolo Golino, il Presidente del CdL in Infermieristica Prof. Michele Orditura e i componenti della Commissione Prof. Giuseppe Signoriello e Prof.ssa Erminia Agozzino, per aver accolto la nostra richiesta in merito agli affidamenti del S.S.D. MED/45 nel CdL in Infermieristica. Grazie per l’attenzione e per la disponibilità dimostrata, per aver contribuito a creare un clima cordiale e un aperto dialogo tra le istituzioni. Sono quindi a nome degli infermieri napoletani da me rappresentati a rinnovare la piena disponibilità ad avviare nuove e proficue relazioni e a mantenere e consolidare i rapporti istituzionali”.

“Auspico un percorso comune tra Opi Napoli e Università Vanvitelli – si legge ancora nella missiva – con l’obiettivo di migliorare la qualità della formazione degli infermieri di questa regione e in particolare all’interno della prestigiosa Università Vanvitelli di Napoli. La nostra Regione ha bisogno di professionisti infermieri e dall’accoglienza che ci avete riservato non possiamo che constatare che anche per l’Ateneo questa è una priorità. Come Ordine professionale di Napoli ci avrete sempre al Vostro fianco per monitorare la qualità dell’insegnamento e contribuire a rendere un percorso di eccellenza quello che si accingono ad intraprende i giovani futuri colleghi”.