La Malaria rimane una delle principali cause di malattie infantili e di morte nell’Africa subsahariana. Una vera tragedia a cui il vaccino potrà porre fine. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda l’uso diffuso del vaccino contro la Malaria RTS,S/AS01 (RTS,S) tra i bambini dell’Africa subsahariana e in altre regioni con trasmissione della Malaria da P. falciparum da moderata a elevata. La raccomandazione si basa sui risultati di un programma pilota in corso in Ghana, Kenya e Malawi che ha raggiunto più di 800.000 bambini dal 2019.

“Questo è un momento storico. Il tanto atteso vaccino contro la Malaria per i bambini è una svolta per la scienza, la salute dei bambini e il controllo della Malaria”, ha affermato il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “L’utilizzo di questo vaccino in aggiunta agli strumenti esistenti per prevenire la Malaria potrebbe salvare decine di migliaia di giovani vite ogni anno”, ha aggiunto.

Nell’Africa subsahariana più di 260mila bambini africani di età inferiore ai cinque anni muoiono di Malaria ogni anno. “Per secoli, la Malaria ha perseguitato l’Africa subsahariana, causando immense sofferenze personali”, ha affermato Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’Oms per l’Africa. “Abbiamo a lungo sperato in un vaccino efficace contro la Malaria e ora, per la prima volta in assoluto, abbiamo un vaccino raccomandato per un uso diffuso. La raccomandazione di oggi offre un barlume di speranza per il continente che sopporta il fardello più pesante della malattia e ci aspettiamo che molti più bambini africani siano protetti dalla Malaria e diventino adulti sani”.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.