Vasco Rossi tornerà in concerto a Napoli il 7 giugno 2022. “Notizia bomba, prolunghiamo la festa”, ha scritto il cantante e cantautore e rocker di Zocca sui suoi social network annunciando altre nuove date al tour del 2022 che includono Messina, Bari, Ancona e Torino. Il 20 maggio la data evento invece a Trento al parco Trentino Music Arena – che sarà inaugurata proprio in quell’occasione – che sarà seguita da date a Milano, Imola, Firenze e Roma. Il “Comandante” di nuovo riempirà gli stadi.

Un ritorno a sette anni dall’ultima volta nell’impianto di Fuorigrotta, che allora si chiamava Stadio San Paolo, per un concerto che divenne anche un doppio album dal vivo, pubblicato nel marzo 2016, dal titolo Tutto in una notte – Live Kom 015. Oltre 49mila persone riempirono l’impianto in quell’occasione. E soprattutto un ritorno, quello del “Blasco”, come quello di altri grandi artisti dopo gli anni della pandemia che ha bloccato i concerti.

Live che sono ripartiti solo con restrizioni. Dal 6 agosto è necessario il Green Pass, con una capienza del 50% all’aperto in Zona Bianca e del 25% al chiuso, nel caso di eventi con un numero di spettatori superiore rispettivamente a 5000 all’aperto e 2500 al chiuso. Spettacoli possibili solo con posti a sedere preassegnati e a condizione di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori non conviventi che per il personale. In Zona Gialla la capienza consentita non superiore al 50% di quella massima autorizzata e numero massimo di spettatori non superiore a 2.500 per gli spettacoli all’aperto e a 1.000 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

Beffa per artisti e tutto il comparto del mondo dello spettacolo che in settimana si sono visti rinviare il decreto nonostante un via libera del Comitato Tecnico Scientifico a una soglia dell’80% per gli eventi al chiuso e del 100% per gli eventi all’aperto. Il settore e anche il ministro alla Cultura Dario Franceschini avevano chiesto la riapertura completa. Il decreto dovrebbe arrivare infine la settimana prossima.

Lo stesso Vasco Rossi ha partecipato all’appello alle istituzioni per far ripartire il settore. Il testo sottolineava come “altri Paesi come Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Inghilterra, Israele, Lettonia, Lituania, Olanda, Stati Uniti, Svizzera, Ungheria hanno già completamente aperto e altri come Irlanda, Portogallo e Svezia hanno già fissato la data di riapertura, tornando alla situazione di normalità pre-covid”.

Il nuovo album di Rossi uscirà il 12 novembre 2011 e si intitolerà Siamo qui. Ancora nessuna informazione sui biglietti. I prezzi per l’evento speciale di Trento sono stati così suddivisi: 10mila ticket di pit 1 (cioè l’area più vicina al palco) a 75 euro, 15mila ticket di pit 2 a 60 euro e 35mila di pit 3 (ossia l’area meno vicina al palco) a 45 euro, (oltre a costi di prevendita e alle commissioni di servizio).

 

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi)

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.