Prescrizione, Conte: “Non ci sono distanze incolmabili, lavoriamo a misure per giusta durata processi”

“Io non credo che ci siano delle distanze incolmabili” sulla riforma della prescrizione. A dirlo è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlando con i giornalisti ad Accra, in Ghana. “Per noi è una sconfitta per lo Stato che un processo termini senza un verdetto. Non possiamo consentire che i processi si dilatino nel tempo e stiamo riflettendo su un pacchetto di misure che garantiscano la ragionevole durata del processo”, ha spiegato Conte che ha poi aggiunto: “Dobbiamo introdurre dei meccanismi di garanzia, di salvaguardia, perché il processo finisca in tempi ragionevoli in accordo con i principi costituzionali. E ci riusciremo”.