In attesa dell’udienza a suo carico per maltrattamenti in famiglia, un detenuto originario di Napoli ha tentato di impiccarsi utilizzando le stringhe delle scarpe. E’ quanto accaduto questa mattina nel tribunale di Napoli Nord ad Aversa (Caserta). L’uomo, 50enne recluso nel carcere di Poggioreale, si trovava nelle camere di sicurezza quando ha tentato di togliersi la vita ma, per fortuna, è stato salvato dal provvidenziale intervento degli agenti di polizia penitenziaria.

A riferire l’episodio è il segretario nazionale Sappe per la Campania Emilio Fattorello: “Grazie al tempestivo e professionale intervento del personale della Polizia penitenziaria in servizio si è impedito che si compisse un altro dramma dietro le sbarre. Nonostante mille difficoltà quotidiane, la Polizia penitenziaria, sempre vigile ed attenta, salva un’altra vita. Il compiacimento del Sappe Campania va al personale operante presso le camere di sicurezza di Aversa ed agli uomini della scorta del Nucleo Traduzioni di Secondigliano, tutti meritevoli di una giusta ricompensa da parte dell’Amministrazione”.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza dal 118 all’ospedale di Aversa dove è risultato fuori pericolo di vita. Negli ultimi 20 anni le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno sventato, nelle carceri del Paese, più di 21mila tentati suicidi ed impedito che quasi 170mila atti di autolesionismo potessero avere nefaste conseguenze