Un uomo di 30 anni, incensurato, è stato ferito a colpi d’arma da fuoco ad entrambi gli arti inferiori in circostanze ancora poco chiare. L’agguato, sul quale sono in corso le indagini della polizia, è avvenuto poco dopo le 14 in via Ferrante Imparato, nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, periferia est di Napoli.

Il giovane, residente nel vicino comune di San Giorgio a Cremano, è al momento ricoverato all’ospedale del Mare di Ponticelli. Le sue condizioni non sarebbero gravi. E’ stato raggiunto da due proiettili a una gamba e da un terzo proiettile all’altra gamba.

Agli agenti ha raccontato di essere stato affiancato da una moto mentre si trovava alla guida del suo motorino. Il mezzo di grossa cilindrata, stando alla versione fornita dal 30enne, gli avrebbe tagliato la strada. Poi sarebbero stati esplosi almeno tre colpi d’arma da fuoco. Non è chiaro se in sella alla moto vi fossero due persone.

Le indagini degli agenti del locale commissariato, che hanno effettuato i rilievi in via Ferrante Imparato, mirano a ricostruire anche il profilo della vittima che, stando a quanto appreso dal Riformista, sarebbe nell’orbita del clan Cuccaro di Barra. Dalla dinamica e dalle ferite riportate agli arti inferiori, potrebbe trattarsi di un avvertimento. Acquisite le telecamere di videosorveglianza presenti nella zona nel tentativo di ricostruire il percorso della motocicletta.

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.