Un bonus da 3500 euro per acquistare non solo auto elettriche o ibride, ma anche ‘semplici’ Euro 6, quelle con emissioni di Co2 fra i 61 e i 110 grammi al chilometro. È quanto previsto da un emendamento al Decreto Rilancio su cui il Governo Conte avrebbe trovato l’intesa.

Già nei giorni scorsi si era parlato di un incentivo destinato all’acquisto di auto ‘green’, un modo per rilanciare anche il settore dell’automotive completamente al palo a causa delle conseguenze economiche della pandemia di Coronavirus. Ora però, con l’accordo trovato tra Pd, M5S e Italia Viva, il bonus si estenderebbe anche alle Euro 6.

L’incentivo, ancora da approvare, è previsto in due modalità: la prima da 3500 euro, divisi tra i 1500 euro di aiuto pubblico e i 2mila del concessionario con la rottamazione di un veicolo vecchio almeno 10 anni; il secondo che varrebbe la metà per chi procede all’acquisto senza rottamazione.

Una modifica importante quindi all’emendamento originale, firmato da Pd, Italia Viva e Leu, che prevedeva che per l’acquisto di Euro 6 l’incentivo fosse di 2 mila euro da parte dello Stato e di 2 mila euro da parte dei concessionari.