Parole che fanno discutere, che aggiungono apprensione all’apprensione, quelle del capo del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo. Alla domanda “si può escludere una cancellazione last minute?”, Toshiro Muto ha risposto osservando: “Non possiamo prevedere cosa accadrà con il numero di casi. Se ci sarà un picco, ne discuteremo. Abbiamo concordato che in base alla situazione del covid, convocheremo di nuovo un meeting a cinque. I contagi potrebbero aumentare o diminuire, quindi penseremo a cosa dovremo fare quando si presenterà la situazione”.

L’ipotesi è improbabile, a soli due giorni dalla cerimonia inaugurale dei Giochi, in uno stadio di Tokyo senza spettatori proprio per via delle restrizioni anti-covid, venerdì 23 agosto. Le parole di Toshiro Muto hanno fatto comunque in pochi minuti il giro del mondo. Le Olimpiadi di Tokyo sono già diventate le più tormentate della storia: sono state rinviate l’anno scorso per via della pandemia e la stessa emergenza, che negli ultimi giorni ha fatto registrare sempre più di mille contagi al giorno, minaccia i Giochi o almeno un loro svolgimento sereno.

Il numero 1 del Cio Thomas Bach oggi ha ribadito in un’intervista all’Equipe che “la cancellazione non è un’opzione”. E quindi a far discutere è anche la discordanza delle dichiarazioni ufficiali. Al momento, dai primi di luglio sono 71 i casi di positività tra tutti gli addetti a vario titolo ai Giochi, atleti compresi.

Il governo ha già prorogato lo stato di emergenza fino al 22 agosto per la capitale e tre prefetture confinanti. E quindi le gare si svolgeranno a porte chiuse. La XXXII Olimpiade si terrà dal 24 luglio all’8 agosto. Continuano le proteste dei giapponesi contro il governo, la gestione della pandemia e gli stessi Giochi. Da un sondaggio effettuato dal quotidiano locale Asahi Shimbun è emerso che il 55% dei giapponesi è contrario alle Olimpiadi, solo il 33% a favore.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.