Obbligo di quarantena domiciliare per chi proviene dalla Lombardia e dalle province di Modena, Parma Piacenza, Reggio Emilia, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria, le ‘zone rosse’ previste dal decreto del Governo Conte firmato nella notte dal premier.

È la decisione drastica presa dalla Puglia, in apprensione dopo l’esodo della serata di ieri da Milano verso il Mezzogiorno, con centinaia di persone che prese dal panico dopo l’uscita sui media della bozza del decreto, hanno deciso di ‘scappare’.

Il governatore Michele Emiliano ha formato un’ordinanza nella notte, pubblicando poi un appello su Facebook rivolto ai suoi concittadini: “Vi parlo come se foste i miei figli, i miei fratelli, i miei nipoti: fermatevi e tornate indietro. Scendete alla prima stazione ferroviaria, non prendete gli aerei per Bari e per Brindisi, tornate indietro con le auto, lasciate l’autobus alla prossima fermata”. E ancora: “Non portate nella vostra Puglia l’epidemia lombarda, veneta ed emiliana. State portando nei polmoni dei vostri fratelli e sorelle, dei vostri nonni, zii, cugini, genitori il virus che ha piegato il sistema sanitario del Nord Italia. Avreste potuto proteggervi come prescritto, rimanendo in casa e adottando tutte le precauzioni che ormai avrete imparato”.

Per quanto riguarda l’ordinanza della Regione Puglia, viene precisato che in caso di comparsa dei sintomi dei deve “avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica competente sul territorio”. L’inosservanza degli obblighi previsti dall’ordinanza “comporterà le conseguenza sanzionatorie come per legge (articolo 650 del Codice penale, se il fatto non costituisce più grave reato)”.

LE ALTRE REGIONI – Lo stesso provvedimento è stato preso in ordine sparso anche da altri governatori del Centro Italia e del Mezzogiorno. A firmare ordinanze per la quarantena domiciliare delle persone provenienti dal Nord Italia sono state Sicilia, Calabria, Campania, Abruzzo, Molise, Basilicata, Lazio e Toscana.