Carlo Fuortes è stato proposto dal ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, con il Presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, come Amministratore delegato della Rai Spa. Lo ha reso noto Palazzo Chigi. Fuortes è sovrintendente della Fondazione Teatro dell’Opera dell’Opera di Roma dal 2013, e confermato fino al 2025. Da oltre vent’anni ricopre ruoli da consulente proprio sull’economia della cultura. La proposta sarà presentata dal maggiore azionista di viale Mazzini, il dicastero del Mef appunto, nell’assemblea convocata per lunedì.

Fuortes ha 61 anni, è laureato in Scienze Statistiche ed Economiche all’Università “La Sapienza” ed è allievo di economisti come Paolo Sylos Labini e Luigi Spaventa. Ha lasciato piuttosto il segno il suo operato come commissario straordinario del Teatro Petruzzelli di Bari a partire dal 2012. All’epoca ingaggiò una battaglia con i sindacati. Non rinnovò i contratti dei precari e avviò le selezioni per un nuovo organico. I provini dietro una tenda per impedire il riconoscimento dei candidati e scongiurare le raccomandazioni.

All’Università di Roma Tre ha insegnato Sistemi Organizzativi dello Spettacolo dal vivo. Dal 2011 al 2019 è stato segretario generale dell’Associazione per l’Economia della Cultura e dal 2003 al 2015 amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, con la gestione dell’Auditorium Parco della Musica.

Dopo l’impegno al Teatro Petruzzelli, è stato direttore generale del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale di Roma dal 2002 al 2003, e consigliere di amministrazione del Teatro di Roma dal 1998 al 2001, e consigliere di amministrazione della Fondazione Cinema per Roma dal 2007 al 2011. Fuortes è stato insisgnito dell’onorificenza di Cavaliere della Legion d’Onore della Repubblica di Francia e del “Franco Cuomo International Award” per il Teatro. È stato anche commissario straordinario della Fondazione Arena di Verona dal marzo 2016 all’ottobre 2017.

Soddisfazione nel Partito Democratico e in Italia Viva per il profilo di Fuortes. Sconcerto e contrarietà invece nella Lega. “Mah… Fuortes è noto come personaggio molto vicino alla sinistra, a Veltroni in particolare, proposto da Calenda come candidato sindaco per il PD, senza particolare esperienza televisiva, duramente contestato per anni dai lavoratori del Teatro dell’Opera di Roma, di certo non una figura super partes o legata all’azienda. Scelta sorprendente”, ha commentato la senatrice e sottosegretario Lucia Borgonzoni, responsabile del dipartimento Cultura del Carroccio. Stupore e perplessità “per scelte non condivise sui vertici Rai” da Forza Italia, ma in particolare per la scelta di Marinella Soldi come Presidente.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.