Tra le novità del nuovo Governo Draghi balza all’occhio un nuovo ministero: la leghista Erika Stefani è la nuova ministra alle politiche per la disabilità. Una svolta su un tema delicatissimo e molto spesso accantonato dai precedenti governi.

Erika Stefani è già stata ministra per gli Affari regionali e le autonomie nel governo gialloverde M5s-Lega, cambia ministero: con Draghi si occuperà di Disabilità. Da sempre leghista, è nata a Valdagno, Vicenza, il 18 luglio 1971.

Avvocatessa, entra in politica alle amministrative del 1999 come consigliere del comune di Trissino. Nel 2009 viene eletta consigliere comunale nel comune di Trissino, di cui diventa vicesindaco Assessore all’Urbanistica ed edilizia privata del Comune di Trissino (VI).

Eletta al parlamento Italiano come senatrice della Repubblica nel 2013. Vicepresidente del gruppo LN-Aut dal 15 luglio 2014 Membro della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari, Membro della 2ª Commissione permanente (Giustizia), Membro della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere, membro del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa, membro della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza membro della Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. È stata rieletta al Senato in occasione delle elezioni politiche del 2018 nel collegio uninominale di Vicenza.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.