Pietro Castellitto sarà Francesco Totti nella serie tv Speravo de morì prima, tratta dall’autobiografia dell’ex attaccante e capitano della Roma scritta dal giornalista Paolo Condò, Un capitano. Castellitto è figlio d’arte, dell’attore e autore Sergio Castellitto. La madre è la scrittrice Margaret Mazzantini. È anche lui regista e sceneggiatore, oltre che interprete. Ha già vinto un David di Donatello.

Castellitto è nato nel 1991 a Roma. Il suo nome per esteso è Pietro Contento. Ha due sorelle, Anna e Maria, e un fratello, Cesare. Ha cominciato la sua carriera in piccoli ruoli in film interpretati e diretti dal padre. Il primo ruolo di rilievo in Venuto al mondo, del 2012, nel quale interpretava Pietro, figlio di Gemma interpretata da Penelope Cruz, in viaggio a Sarajevo. Altre apparizioni in Non ti muovere, l’esordio nel 2004, La bellezza del somaro, 2010, È nata una star?, del 2012.

Il salto di qualità in La profezia dell’Armadillo, film tratto dalla graphic novel di esordio del fumettista romano Zerocalcare. Castellitto, in una performance brillante, interpretava la parte di Secco, miglior amico del protagonista Zero. A stupire però è soprattutto l’exploit in I predatori: è interprete, regista e sceneggiatore del film, nel quale interpreta Federico Pavone, giovane studente di Filosofia appassionato di Nietzsche. Proprio I Predatori gli è valso il Premio di Miglior Sceneggiatura al Festival di Venezia del 2020.

“Sono veramente cresciuto con il poster di Totti in camera. Ha rappresentato davvero un mito che ha scandito il ritmo della sua infanzia e giovinezza. Il solo interpretarlo mi ha dato un po’ di nostalgia – ha detto Castellitto sul progetto all’AnsaQuando l’ho incontrato gli ho fatto solo domande da tifoso. Lui è una persona molto sensibile e intuitiva. È uno che ama divertirsi, se si accorge che ci sono le possibilità per divertirsi, si diverte, con tutti”.

Speravo de morì prima – titolo tratto da uno striscione esposto allo Stadio Olimpico di Roma il giorno dell’addio al calcio giocato di Totti – partirà venerdì 19 marzo su Sky e Now Tv. Sei gli episodi diretti da Luca Ribuoli. Sotto la lente l’ultimo anno e mezzo di carriera del “Pupone”.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.