Cibo da asporto, librerie e cartolerie operativi da lunedì 27 aprile in Campania. E’ l’ordinanza che il Governatore Vincenzo De Luca firmerà nelle prossime ore dopo l’esito della riunione di questo pomeriggio della task force regionale per valutare la possibile apertura, dall’inizio della prossima settimana, delle attività legate al cibo da asporto, alle librerie e alle cartolerie.

La task force sta lavorando alla definizione delle misure precauzionali a tutela dei dipendenti e degli utenti, a cominciare dagli interventi di disinfezione e sanificazione dei locali dopo molte settimane di inattività.

“Stiamo ragionando sulla possibilità di anticipare la ripresa di alcune attività economiche, ma decideremo in base all’andamento dell’epidemia”, aveva detto la scorsa settimana Vincenzo De Luca durante il suo consueto videomessaggio su Facebook.

“Non lo abbiamo consentito fino a oggi – ha spiegato De Luca – non per particolare cattiveria. A Lauro, nell’avellinese, un negozio di generi alimentari ha fatto la distribuzione domiciliare. Tutta la famiglia che gestiva l’attività era contagiata. Abbiamo dovuto mettere in quarantena tutto il paese”.

Il governatore ha quindi ribadito che l’attività è stata limitata in quanto le condizioni di sicurezza non erano garantite. “Lo abbiamo fatto accompagnando il divieto con un aiuto – ha aggiunto – di duemila euro a tutte le attività impedite dal contagio. Le pizzerie sono tra quelle che lo avranno. Evidente che non potevamo chiudere salumerie o panetterie, e queste attività non avranno il contributo”.