I maggiori centri di calcolo erano tutti d’accordo nei giorni scorsi nel prevedere un imminente peggioramento del tempo in Campania.

E infatti tutto il sud e in particolare la Campania vedranno piogge anche a carattere torrenziale nelle prossime 48 ore. La protezione civile della Calabria ha aumentato l’allerta portandola a gialla per possibile rischio idrogeologico.

Le immagini dal satellite sono impressionanti e affascinanti e descrivono la creazione di un ciclone mediterraneo che si abbatterà sulla Campania nelle prossime ore.

Non è un evento così raro avere nel mese di settembre dei piccoli cicloni e ciclogenesi mediterranei seppure la compattezza del fronte, questa volta instabile, rappresenta un unicum. Segno che le forze in atto sono davvero esplosive, il fronte instabile a contatto con i nostri mari ancora caldi genererà molta energia che scaricherà al suolo tanta acqua.

Dal satellite si evince anche come il tempo stia cambiando e che il bel paese, noto per il suo anticiclone delle Azzorre che ha caratterizzato sempre il clima mite, stia pian piano mutando verso un clima di estrazione tipicamente tropicale.

L’allerta Meteo in Campania

Arriva il maltempo in Campania. La Regione sarà colpita domani da pioggia e temporali che rovineranno almeno parzialmente il week end. Per questo la Protezione Civile regionale ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello giallo, valido a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani su tutta la Regione.

Si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente intensi. Possibili raffiche di vento nei temporali. Le precipitazioni potrebbero essere localmente anche molto intense, a causa dell’elevata instabilità atmosferica, che sta caratterizzando l’attuale periodo climatico​ e che rende difficilmente prevedibili, nello spazio e nel tempo, i fenomeni temporaleschi previsti su tutte le zone di allerta della regione e per tutta la durata dell’avviso.

I rovesci e temporali attesi saranno caratterizzati da un’elevata rapidità di evoluzione e, anche in considerazione degli scenari meteo attuali, influenzati dal cambiamento climatico in atto anche nel Mediterraneo, potranno verificarsi in più punti del territorio, con contestuale verificarsi di grandinate, fulmini e raffiche di vento, fenomeni particolarmente pericolosi e tali da determinare possibili danni alle coperture, caduta di rami o alberi.

Sono possibili, quindi, fenomeni di impatto al suolo quali: caduta massi ed occasionali fenomeni franosi, anche in assenza di precipitazioni​; ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; inondazioni delle aree limitrofe a corsi d’acqua anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc); allagamenti di locali interra​ti e di quelli a pian terreno; decorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; caduta di rami o alberi.

Esperto di social media, mi occupo da anni di costruzione di web tv e produzione di format