Per combattere insieme l’epidemia da Covid19, la Cina ha inviato in Italia un team di medici esperti del National Health Commission of China e della Red Cross Society of China. Il team volerà oggi a Roma con donazioni di attrezzature e di materiali sanitari. #ForzaCinaeItalia”. Con un annuncio sui social l’Ambasciata Repubblica Popolare Cinese in Italia porta così nel nostro paese una bella lezione di solidarietà e umanità. Un team di medici e ricercatori cinesi sono in viaggio per sbarcare in Italia con l’obiettivo di aiutarci a combattere l’ormai temuto coronavirus. Come è noto, la Cina è stata la nazione da cui il covid-19 è partito per poi diffondersi in tutto il mondo, tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità è dovuta intervenire nel dichiarare il nuovo coronavirus la pandemia del nostro millennio. Giorno dopo giorno stanno riuscendo a contenere questa epidemia tanto che molte città stanno riaprendo e molti ospedali costruiti ad hoc per ospitare i malati contagiati dal virus stanno chiudendo per diminuzione dei pazienti. Nonostante stiano riuscendo a vivere di nuovo, i medici cinesi esperti di questo nuovo virus sono scesi in campo nuovamente in questa esperienza contro il covid-19 a favore degli italiani.

I medici che si sono imbarcati per arrivare in un paese straniero e dare il loro prezioso contributo per la lotta contro il coronavirus sono nove, i quali negli ultimi mesi si sono specializzati proprio in Covid-19. Insieme ai medici, stanno per arrivare anche 31 tonnellate di forniture sanitarie tra cui attrezzature di reparto di terapia intensiva, equipaggiamento protettivo e farmaci antivirali. L’iniziativa solidale è partita dal governo e dalla Croce Rossa cinese che hanno voluto fortemente aiutare l’Italia inviando rinforzi. Partiti a bordo di un volo charter della compagnia China Eastern Airlines diretto a Roma decollato poche ore fa dall’aeroporto internazionale di Shanghai Pudong, saranno al fianco dei medici italiani per combattere insieme l’epidemia.

Il gruppo di lavoro è composto da medici di diversi istituti tra cui il Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie e l’Ospedale della Cina occidentale nella provincia di Sichuan. “Adesso è una lotta globale”, ha dichiarato prima della partenza Sun Shuopeng, vicedirettore della Croce Rossa e capo del team cinese, “il modo in cui trattiamo i contatti stretti, i pazienti in condizioni critiche e i pazienti con sintomi lievi sono diversi”. Come spiega il capo  dell’equipe medica, le forniture  provengono da diverse città cinesi e comprendono anche alcune medicine a base di erbe come la capsula Lianhuaqingwen. “La capsula di Lianhuaqingwen si è dimostrata efficace nel trattamento della Covid-19. Altri paesi stanno iniziando a imparare l’efficacia del trattamento con le medicine tradizionali cinesi”.

In merito si é espresso anche Liang Zongan, direttore del Dipartimento di terapia respiratoria e di terapia intensiva presso l’Ospedale della Cina occidentale, anche lui membro della squadra, il quale ha dichiarato che sta portando avanti alcuni rapporti di ricerca e linee guida sull’esperienza del controllo e del trattamento dell’epidemia acquisiti in Cina e spera di condividere le informazioni con i medici in Italia. Infine i capi hanno tenuto a specificare che il loro ritorno in Cina dipenderà esclusivamente dall’evoluzione della situazione in Italia, con la speranza di debellare il virus il prima possibile.