Con un bilancio delle vittime che ormai è a un passo da quota 50mila, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel corso del breafing quotidiano sul Covid-19 alla Casa Bianca ha lanciato una serie di proposte ‘mediche’ per fronteggiare l’epidemia che hanno sconvolto i medici.

Il tycoon Usa ha infatti indicato le iniezioni di disinfettante e l’esposizione ai raggi ultravioletti, come una possibile strategia per contrastare il nuovo Coronavirus. ”Vedo che il disinfettante lo distrugge in un minuto. Un minuto. Non c’è un modo di fare qualcosa di simile, iniettandolo? Sarebbe interessante verificarlo”, ha proposto Trump.

Il presidente ha quindi invitato i suoi concittadini a “prendere il sole”, suggerendo l’uso dei raggi ultravioletti per contrastare il Covid-19. Il riferimento è uno studio secondo il quale il Coronavirus sparirebbe più velocemente alla luce del sole e ad alte temperature.

Indicazioni che sono suonate come un campanello d’allarme per virologi, medici e scienziati americani, che le hanno definite “pericolose”, visto che qualcuno potrebbe effettivamente provare ad  iniettarsi il disinfettante in casa.

LO SCONTRO CON FAUCI – Trump è quindi tornato ad attaccare il virologo della task force sul coronavirus della Casa Bianca, Anthony Fauci, sempre più sulla graticola. Fauci, assente al briefing con i giornalisti, aveva contestato il fatto che negli Stati Uniti non siano stati effettuati abbastanza test. “Non concordo”, ha commentato il tycoon.

I NUOVI AIUTI – Intanto la Camera dei Rappresentanti Usa ha dato il via libera ad un nuovo piano di aiuti da  484 miliardi per contrastare l’impatto economico del coronavirus. Trump dovrà quindi firmare la misura, già approvata dal Senato e destinata soprattutto alle piccole imprese, tra oggi e domani.

IL CONTAGIO NEGLI USA E NEL MONDO – Come detto, gli Stati Uniti con gli ultimi dati della giornata di giovedì si avvicinano ai 50mila decessi, attualmente sono infatti 49.759 le vittime da Coronavirus. Il numero di casi accertati è salito invece a 869.172.

A livello globale invece i casi confermati sono 2.709.483, mentre le vittime sono ormai 190.872, come emerge dal dato della Johns Hopkins University. Le persone guarite dal Coronavirus sono 738.490.