Italexit? Per Matteo Salvini è una proposta “assolutamente condivisibile“. Durante una lunga diretta Facebook nella quale ha risposto alle domande degli utenti,  il leader della Lega non ha escluso la possibilità di ricorrere a una consultazione popolare per uscire dalla comunità europea. “Tanta delusione per l’egoismo, l’assenza, la lontananza di Bruxelles, di Berlino, di Francoforte, di Amsterdam“, dice l’ex ministro dell’Interno riguardo le riserve espresse da Olanda e Germania sul piano di aiuti per far fronte alle crisi economica.

“Oggi c’è la presidente della Commissione europea che chiede scusa all’Italia e agli italiani. Ci si poteva pensare prima”, dice il segretario del Carroccio rivolto a Ursula von del Leyen che oggi, sulle colonne de La Repubblica ha firmato un lungo intervento di scuse al nostro Paese. “Il Paese colpito più duramente, l’Italia, è diventato anche la più grande fonte di ispirazione. Per noi tutti”, scrive la presidente tedesca che critica un certo egoismo emerso all’interno dell’Unione. “Bisogna riconoscere – continua – che nei primi giorni della crisi, di fronte al bisogno di una risposta comune europea, in troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria. Mentre non si rendevano conto che possiamo sconfiggere questa pandemia solo insieme, come Unione”.

Ma per Matteo Salvini il parziale “mea culpa” arrivato da Bruxelles non basta e incalza anche il governo italiano. “Leggo che da parte di qualcuno al governo – aggiunge – si continua a ripetere la parola Mes: attenzione, governo avvisato mezzo salvato. Mai, mai pronunciare la parola Mes, perché poi le condizioni possono cambiare in corso d’opera e quindi sarebbe ipotecare il futuro, il lavoro, i risparmi e la speranza dei nostri figli e degli italiani”.