Cristiano Malgioglio si descrive come “un’eterna ragazzina” e in effetti sembra non invecchiare mai. Si è raccontato in un’intervista a La Repubblica. Domani comincerà la sua avventura da giudice a Tale e Quale Show su Rai1, con Carlo Conti e al fianco di Giorgio Panariello e Loretta Goggi. “I bambini mi vedono come un puffo ma mi emoziono perché quando vado a comprare le pesche i pomodori le signore vengono da me a farsi un selfie, succede ovunque”.

Forse non tutti sanno che Malgioglio non è stato solo l’opinionista colorato e il concorrente senza filtri dei reality show che vediamo in televisione. È stato anche autore di grandi canzoni, come Testarda io (La mia solitudine) e L’importante è finire. E infatti l’incontro che gli ha cambiato la vita è stato quello con Dori Ghezzi e Fabrizio de Andrè, del quale era caro amico.

Uno che ha viaggiato tanto, e che ne avrebbe da raccontare, e ne dice qualcuna. Cuba “mi ha dato tanto, ho conosciuto Gabriel García Márquez, tremavo quando gli ho chiesto l’autografo. Non me l’ha voluto fare, poi però mi mandò Cent’anni di solitudine con la dedica. Sono legato alla nipote di Fidel Castro, Mariela: ero al suo fianco nella campagna per i diritti dei gay”. Si dice favorevole al ddl Zan, perché “vedere ragazzi buttati fuori di casa è tristissimo, ognuno deve essere libero. Mi ritengo fortunato, mai stato bullizzato. Ma la politica deve fare qualcosa”.

E i suoi amori? “Bellissimi, tormentati, complicati, storie lunghe con tradimenti. Mai sopportato la gelosia, non so cosa voglia dire essere geloso”. Non ha un compagno ora, l’ultimo un 39enne di Istanbul. La madre non voleva facesse spettacolo: “Non diventerai mai Gianni Morandi”, ma lui voleva diventare Cristiano Malgioglio. Il suo sogno è “lavorare con Pedro Almodóvar e Ferzan Ozpetek, un bel ruolo drammatico. Poi non sogno più niente, però mi piace Channing Tatum”. Si definisce camp, “perché sono consapevole”, “non sono trash”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.