Com’era prevedibile ha scatenato la polemica il gesto di lunedì scorso di Cristiano Ronaldo: il portoghese, attaccante della Juventus, che durante la conferenza stampa alla vigilia di Portogallo-Ungheria, prima gara dei lusitani agli Europei di Calcio, ha tolto dal tavolo della conferenza le bottiglie di Coca Cola, mai sponsor dell’evento. Dopo aver tolto dall’inquadratura due bottiglie di Coca-Cola ha invitato tutto il pubblico a bere acqua.

Il gesto del fuoriclasse ha coinciso con un impatto significativo sul valore di mercato della Coca-Cola. Infatti, le azioni dell’azienda lunedì avevano un valore di 56.1 dollari. A fine giornata, i valori erano scesi a 55.2 dollari. Si tratta di un calo dell’1,6% del prezzo delle azioni che in soldi significa una perdita di 4 miliardi di dollari nel valore di mercato.

La Coca-Cola non ha tardato a rispondere al gesto di Ronaldo e ha replicato con una dichiarazione ufficiale martedì. La società gigante mondiale delle bevande ha scritto che “ognuno ha diritto alle proprie preferenze di bevande. Ognuno ha gusti ed esigenze diversi”.

Ronaldo è una figura molto importante della cultura pop oltre che dello sport di questi anni. Il calciatore ha un forte seguito anche sui social e vanta quasi 300 milioni di follower su Instagram. La Coca-Cola ha un valore di mercato di 238 miliardi di dollari (post-conferenza) ma nonostante l’attuale perdita l’azienda non è preoccupata. È uno degli sponsor ufficiali degli Euro 2020, visibilità che garantisce pubblicità “a raffica” per tutta la durata del torneo. Anche grazie alla grandezza aziendale è molto probabile che le azioni di mercato si riprenderanno rapidamente e “da un giorno all’altro” la società tornerà ad avere un valore di mercato di 242 miliardi di dollari o addirittura maggiore.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia