Daniele Gagliotta è stato ritrovato. Scosso e ferito, lievemente, ma è stato ritrovato e in buone condizioni. La buona notizia è arrivata ieri pomeriggio, diffusa dai media e confermata dall’avvocato della famiglia Luigi Ferrandino. “Fortunatamente la vicenda si è conclusa positivamente”, aveva detto il legale. Il 29enne pizzaiolo napoletano era sparito nel nulla lo scorso 27 dicembre a Guayaquil, la città in Ecuador dove vive. È stato rintracciato in stato confusionale e con alcune lesioni sul corpo.

“Stiamo ricostruendo le ultime ore e gli ultimi movimenti del signor Gagliotta – ha dichiarato l’avvocato Ferrandino, che più volte in passato si è occupato di casi di connazionali scomparsi in America Latina – e abbiamo già avviato dei contatti con l’autorità giudiziaria locale e con l’ambasciata Italiana in Ecuador per avere i dettagli dell’attività di indagine che si sta svolgendo in queste ore nella città di Guayaquil”.

La notizia aveva gettato nell’apprensione familiari e conoscenti del 29enne, tra i quartieri della Sanità e Materdei nel centro di Napoli. Prima di sparire il giovane aveva scritto un messaggio alla madre: “Qualsiasi cosa succede io ti voglio sempre bene”. Alla moglie invece: “Esco ma torno subito”. Gagliotta vive da circa dieci anni in America Latina. Prima in Messico e quindi in Ecuador. Lavorava da pizzaiolo e teneva corsi di formazione. Con la moglie ha avuto due bambine.

Nulla di anomalo sarebbe stato notato dalla donna nei giorni precedenti alla scomparsa, solo un po’ di agitazione nel marito. Secondo quanto ricostruito da questo giornale il 29enne era pronto ad aprire una pizzeria tutta sua. “La sua storia rappresenta un po’ la fotografia degli scugnizzi napoletani – spiegava Ciro Cuozzo ricostruendo questa storia – Dopo qualche errore commesso in gioventù e un periodo trascorso nel carcere minorile di Nisida, Gagliotta ha trovato la strada giusta grazie alla passione per la pizza e all’incontro con il maestro pizzaiolo Errico Porzio tramite la Multicenter School”.

Prima di partire per il continente americano aveva girato per diverse pizzerie di Napoli e d’Italia, quindi in Spagna e negli Stati Uniti. Sarebbe la traccia sentimentale quella al momento più accreditata dietro la sua scomparsa. “Sembrerebbe – ha fatto appunto sapere il legale della famiglia Gagliotta – che dietro la sparizione vi siano motivi di natura sentimentale. Numerose, infatti, sono le telefonate e i messaggi che Daniele ha inviato ad amici e parenti con i quali lasciava intendere che era sua intenzione andare via da Guayaquil senza però chiarire per quali ragioni. Anomala, poi, era subito apparsa la circostanza che non avesse portato con sé abiti, passaporto e carte di credito”.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.