Nomadland è il film assoluto vincitore della 93esima edizione dei Premi Oscar, quella del 2021, andata ieri in scena a Los Angeles. Si è aggiudicato tre statuette: quella al Miglior Film, quella alla miglior Regia, quella alla Miglior attrice Protagonista andata a Francis McDormand. Chloé Zhao, la regista, entra nella storia del cinema e degli Academy Awards per essere la seconda donna di sempre a vincere la statuetta e la prima regista asiatica. È nata a Pechino.

McDormand nel film interpreta Fern, una sessantenne che lascia la città di Empire in Nevada, dopo aver perso marito e lavoro. Attraversa quindi gli Stati Uniti occidentali a bordo del suo furgone. Passa quindi da un lavoro all’altro. È un film sul nomadismo americano. Una storia ispirata da tre anni di inchiesta on the road della giornalista Jessica Bruder.

Nomadland sarà visibile in Italia a partire dal 30 aprile sulla piattaforma on demand Disney +. Quindi visibile con il semplice abbonamento alla piattaforma. A partire da oggi riaprono tuttavia i cinema italiani in quelle Regioni che sono passate in Zona Gialla Rafforzata. Ancora non è stata annunciata l’uscita nelle sale della pellicola, ma questa potrebbe avvenire già a partire dalla nuova programmazione dal prossimo fine settimana.

La capienza massima consentita nelle sale è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto. In relazione all’andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei siti, si potrà autorizzare la presenza anche di un numero maggiore di spettatori all’aperto, nel rispetto delle indicazioni del Cts e delle linee guida. In Zona Rossa sono concessi gli spettacoli soltanto all’aperto.

Prima del Premio Oscar Nomadland si era aggiudicato il Leone d’Oro alla 77esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, il Golden Globe al miglior film drammatico e miglior regista, il Bafta. Agli Oscar era candidato a sei statuette.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.