Aveva ideato lo ZX Spectrum, ed è stato uno dei pionieri dell’home computing, democratizzatore dell’informatica. Sir Clive Sinclair, 81 anni, è morto a Londra. È stato un’icona della generazione 8-bit. La sua creazione fu il principale rivale del Commodore 64, che aprì la strada ai pc di massa. A dare la notizia della morte, dopo una lunga malattia, di Sinclair la figlia, Belinda.

“Era una persona straordinaria, sempre interessato a tutto”, ha detto Belinda Sinclair al Guardian. E questa curiosità l’aveva espressa cimentandosi anche in altri settori dell’elettronica. A metà anni ’80, per esempio, aveva commercializzato un veicolo ibrido a tre ruote, il Sinclair C5, antenato delle attuali biciclette a pedalata assistita. Una specie di go-kart, del quale aveva previsto di vendere circa 100mila esemplari non andò oltre le 17mila. Un fiasco totale: un prodotto decisamente avanti sui tempi, a batteria, ma anche troppo basso e pericoloso oltre che esposto alle intemperie.

Del 1982 invece la sua creazione passata alla storia: lo ZX Spectrum, un milione di esemplari venduti,  rivale del Commodore 64. Un anno prima aveva lanciato sul mercato lo ZX 81, un milione di esemplari venduti. Il precedente ZX 80 costava poco più di 100 euro mentre i pc della Apple erano molto più costosi. Quella di Sinclair è stata la prima società a vendere oltre un milione di esemplari. Due le principali differenze tra i modelli 81 e Spectrum: lo ZX Spectrum aveva dimensioni compatte e il suo costo era contenuto. Fu un successo enorme tra Regno Unito ed Europa. E accelerò la rivoluzione dei giochi e della programmazione.

Sinclair era nato nel 1940. Aveva fondato a soli 21 anni la Sinclair Radionics. La prima calcolatrice compatta venne lanciata nel 1972, la Sinclair Executive, con dimensioni comparabili a quelle di un attuale smartphone. Successivamente vendette la sua società all’Amstrad. Sinclair venne insignito del titolo di Sir, ovvero di “Knight Bachelor”. È considerato tra gli uomini che hanno democratizzato l’informatica grazie alla calcolatrice tascabile e ai pc portatili e casalinghi.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.