Accoltellata ripetutamente, colpi che avrebbero raggiunto anche i polmoni. Ha 26 anni la vittima di un’aggressione terribile e al momento senza alcuna spiegazione accertata a Marocco di Mogliano, in provincia di Treviso. La ragazza è in gravi condizioni, in fin di vita scrive Treviso Today. È stata trasportata con urgenza all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, nel pomeriggio sottoposta a una delicata operazione chirurgica. Prognosi riservata.

L’episodio intorno alle 17:00. L’arma dell’aggressione è stata trovata pochi minuti dopo. La ragazza stava facendo una passeggiata nei pressi della sua abitazione. Un ragazzo, a quanto si apprende minorenne, l’avrebbe raggiunta a bordo di una bicicletta. Al momento è lui il principale indiziato. Otto i fendenti, secondo l’Ansa, che avrebbero lesionato i polmoni della 26enne e lasciato quindi ferite profonde. Il corpo abbandonato in un fosso a bordo della strada di campagna. A quanto emerge l’adolescente non sarebbe fuggito, o non sarebbe riuscito a fuggire.

A far scattare l’allarme alcuni operai al lavoro in un cantiere che avrebbero assistito all’aggressione. Secondo il Corriere della Sera sarebbero stati questi ultimi a bloccare il ragazzo. La zona è di solito tranquilla, nei pressi di un agriturismo. Il minorenne è italiano, ha 17 anni. Non avrebbe dato spiegazioni ai carabinieri. È stato fermato e portato nella Caserma dei Carabinieri di Via Cornarotta. Una delle ipotesi è un tentativo di rapina, tentata o consumata. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.