Festeggiava un traguardo di vita importante, i 50 anni, insieme a 40 invitati in un ristorante di Marano. Locale che sarebbe dovuto essere chiuso per via della zona rossa, che era in vigore fino a ieri, e che non avrebbe dovuto consentire un assembramento di così tante persone. Per questo motivo i Carabinieri della compagnia di Marano di Napoli, allertati dal 112, sono intervenuti ieri sera in via Vito Moyo per interrompere la festa e sanzionare i presenti. Punito anche il titolare dell’attività, al quale è stato imposto di tener chiuso il locale per 5 giorni.

Non è andata diversamente sull’isola di Ischia: a Casamicciola Terme 12 persone sono state sorprese ad organizzare una braciata insieme ai figli minorenni all’interno del Bosco della maddalena. I carabinieri dell’aliquota radiomobile di Ischia li hanno sorpresi mentre pranzavano all’aria aperta godendosi il sole in un’area pubblica attrezzata temporaneamente chiusa: avevano allestito un piccolo barbecue dove cuocevano “grosse fette di carne”. Tutti gli adulti sono stati sanzionati per violazione delle norme anticovid: “in pochi indossavano la mascherina – si legge in una nota delle forze dell’ordine – e le più basilari regole di buonsenso non erano rispettate”.

Napoletano, Giornalista praticante, nato nel ’95. Ha collaborato con Fanpage e Avvenire. Laureato in lingue, parla molto bene in inglese e molto male in tedesco. Un master in giornalismo alla Lumsa di Roma. Ex arbitro di calcio. Ossessionato dall'ordine. Appassionato in ordine sparso di politica, Lego, arte, calcio e Simpson.