Notte di terrore in tutto il sud Italia dove i cittadini di Puglia, Basilicata, Campania, Abruzzo e Calabria sono stati svegliati da una forte scossa di terremoto registrata alle 3.54 a Durazzo in Albania. La magnitudo è di 6.4 e il sisma, avvenuto a una profondità di 10 chilometri, ha provocato ingenti danni lungo la costa settentrionale albanese. Una seconda scossa di magnitudo 5.4 è stata registrata alle 7.08 italiane sempre lungo la costa albanese, questa volta però a una profondità di 100 chilometri.

VITTIME E MACERIE – Case crollate e decine di persone sotto le macerie sia a Durazzo che nella capitale Tirana. E’ di almeno 20 morti e oltre 600 feriti il bilancio, momentaneo, del forte terremoto di stanotte sulla costa nord dell’Albania, mentre si continua a scavare tra le macerie di diversi palazzi crollati alla ricerche di diversi dispersi. A Durazzo, la città più colpita e dove due hotel sono crollati, nel primo pomeriggio si è registrata una nuova scossa di 5 punti di magnitudo. Le operazioni di salvataggio hanno permesso di recuperare sani e salvi 41 persone estratte dalla macerie di alcune abitazioni crollate per il sisma.

 

UOMO SI BUTTA GIU’ PER PANICO – In azione unità dell’esercito e della protezione civile tra le macerie di un palazzo a Durazzo e di altri tre a Thumana, dove sono stati tratti in salvo per ora due bambini.

La quarta vittima è stata registrata a Durazzo e si tratta di un uomo trovato sotto le macerie di un palazzo crollato. Le prime tre vittime invece sono tre cittadini di Kurbin, a nord di Tirana, dove un uomo è morto dopo essersi gettato dal balcone per tentare di mettersi in salvo, mentre due donne sono morte sotto le macerie di alcuni palazzi crollati.

 

DUE HOTEL CROLLATI -A Durazzo, la città più colpita dal sisma, sono crollati due alberghi. Almeno quattro sono state le vittime ritrovate tra le macerie dell’hotel Vila Palma, immobile di tre piani dove sono state recuperati i corpi senza vita di due donne, di un anziano e di suo nipote. Un secondo albergo è crollato nella zona della spiaggia, tra i resti del palazzo è stato trovato il cadavere di un uomo.

TREMA IL SUD – Il sisma è stato avvertito in tutto il sud Italia. Numerose le segnalazioni da Lecce a Matera passando per Caserta e la città di Napoli dove in alcuni quartieri (Fuorigrotta, Materdei) sono arrivate decine di segnalazioni anche via social network. Numerose le telefonate ai vigili del fuoco, avvenute soprattutto in Basilicata. Al momento nel Mezzogiorno non sono stati segnalati danni a cose e persone. Solo tanta paura.

“NESSUN ITALIANO COINVOLTO” – ”Abbiamo attivato l’Unità di crisi della Farnesina, stiamo monitorando la situazione” per capire se ci sono cittadini italiani coinvolti nel terremoto in Albania. ”Allo stato non ci risulta nessun italiano”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ad ‘Agorà’ parlando del terremoto in Albania.

GLI AIUTI DALL’ITALIA – In Albania sono partiti anche i primi aiuti italiani. “Il premier Conte ha inviato aerei con delle unità speciali”, ha annunciato il premier albanese Edi Rama. Su Twitter il presidente del Consiglio italiano ha scritto che “l’Italia è vicina all’amico popolo albanese, duramente colpito dal terremoto. All’alba ho sentito il premier Ei Rama e ho subito disposto l’invio di uomini e mezzi di soccorso”. Sulla stessa linea anche il ministro delle Politiche Comunitarie Enzo Amendola, che ha annunciato come il nostro Paese è pronto “ad aiutare gli amici albanesi”.