Sono almeno un centinaio i migranti, ospiti del Cara di Pian del Lago a Caltanissetta riusciti a fuggire dal centro nel pomeriggio. Sul posto si sono precipitati decine di militari dei carabinieri e agenti di polizia, che ne avrebbero intercettati qualche decina, restando impegnati nelle ricerche degli altri.

In tutto il Cara ospitava al momento della fuga 350 persone: i migranti riusciti a fuggire fanno parte, scrive l’Ansa, di un gruppo di profughi trasferiti nel centro nisseno per il periodo di quarantena obbligatoria. Il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino ha fatto sapere che nessuno di loro sarebbe positivo al tampone per il Coronavirus.

Nel commentare la notizia della fuga, Gambino ha detto che chiederà al governo di “non inviare più immigrati a Pian del Lago”. “Sono tutti negativi ai tamponi, ma non è questo il punto – dice Gambino – chiedo la massima sicurezza della struttura. Perché in questo modo non si possono contenere. Ho appurato che 10 di loro sono stati individuati e riportati al centro e di questo ringraziato il questore. Ma così non si può continuare. Stando a quanto è accaduto oggi evidentemente non ci sonore condizioni di sicurezza adeguate”, ha concluso il primo cittadino.

Come prevedibile, l’occasione è stata colta al balzo dal leader della Lega Matteo Salvini per attaccar il governo: “Cento immigrati in fuga da una struttura di accoglienza a Caltanissetta: sbarchi senza sosta, raffica di clandestini col Covid-19, allontanamenti di finti profughi. Il governo minaccia lo stato di emergenza per tappare in casa gli italiani ma spalanca i porti e non controlla i clandestini. Quasi tutti i giornali e i telegiornali nascondono la verità ai cittadini: Conte-Lamorgese-Pd-5Stelle mettono in pericolo l’Italia”, ha detto l’ex ministro dell’Interno.